Varchi “Palermo pronta ad accogliere turisti da tutto il mondo”

Condividi

Tempo di Lettura: 2 minuti PALERMO (ITALPRESS) – Dei flussi turistici nella città di Palermo se ne parlerà al “TeC Palemo 2A23 – Turismo e Case nel Mediterraneòn, convegno della FIAIP Palermo in programma nel capoluogo siciliano per lunedi 13 novembre all’Astoria Palace Hotel. Al convegno, alla ll edizione, parteciperà anche Maria Carolina Varchi, Vice Sindaco di Palermo con delega […]

Loading

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

PALERMO (ITALPRESS) – Dei flussi turistici nella città di Palermo se ne parlerà al “TeC Palemo 2A23 – Turismo e Case nel Mediterraneòn, convegno della FIAIP Palermo in programma nel capoluogo siciliano per lunedi 13 novembre all’Astoria Palace Hotel. Al convegno, alla ll edizione, parteciperà anche Maria Carolina Varchi, Vice Sindaco di Palermo con delega al Bilancio, per la quale la città “dal punto di vista dei flussi turistici, sta lentamente uscendo da una palude nella quale era finita per diversi motivi, tra cui la pandemia”.
“Da quando ci siamo insediati – spiega -, stiamo scrivendo una pagina nuova, la città è pronta ad accogliere turisti da tutto il mondo avendo aumentato la propria offerta turistica. Sempre maggiori eventi, spazi museali aperti e spazi a disposizione di tutti, come Palermo Marina Yachting, il nuovo spazio cerniera tra il mare e la città che rende Palermo di nuovo città “tutto porto”, così come la storia presente nell’etimologia del nome l’aveva indicata”.
“Dal canto nostro aggiunge Varchi -, stiamo lavorando per ottimizzare tutti quegli aspetti che facilitano e incentivano le visite turistiche: da un impegno serio sul piano della sicurezza sulle nostre strade a un’attenzione maggiore al decoro urbano. I passi avanti enormi compiuti-dal punto di vista finanziario, attraverso la regolarizzazione di conti e bilanci che erano un peso enorme per Ia città, mi spingono all’ottimismo per ilfuturo. Questa città diventerà sempre più bella e quindi più attraente per ituristi, anche grazie ai numerosi investimenti immobiliari che aiutano la rigenerazione del centro storico aumentando la capacità ricettiva”.
In merito all’incidenza della tassa di soggiorno nel bilancio della città, anche in riferimento allo sviluppo turistico, Varchi ritiene che “la tassa di soggiorno viene dichiarata per metà del suo importo complessivo dalle strutture alberghiere, per poco meno di un quarto da intermediari di locazioni brevi e per circa il 10% da soggetti interessati a locazioni brevi.
Più basse le percentuali relative a Bed & breakfast, affittacamere e case vacanze”.
Sull’impiego dei proventi dice: “Verranno reinvestiti in attività culturali che fungano da richiamo e attrazione turistica, infatti sempre maggiore è la presenza dei turisti nei teatri cittadini e agli eventi che uniscono cultura e fede come il festino di Santa Rosalia che nel 2024 arriverà alla 400ma edizione; gli stessi proventi saranno altresì utilizzati per il potenziarnento dei servizi turistici e per il decoro della città soprattutto nelle zone maggiormente interessate dai flussi turistici nelle quali la pressione antropica necessita fisiologicamente di maggiori iniziative per il mantenimento del decoro”.


– foto: Agenzia Fotogramma –

(ITALPRESS).

Loading