Vacanza in camper: come affrontarla al meglio

Condividi
Tempo di Lettura: 3 minuti

Vacanza in camper

Una vacanza su quattro ruote è sinonimo di “libertà”; non esiste difatti un mezzo migliore per chi ha voglia di autonomia negli spostamenti e per chi non ama programmare le vacanza nei dettagli. Sarà che gli anni di pandemia ci hanno abituati a restare chiusi in casa, sarà che, complici le tante limitazioni di questo ultimo periodo, adesso si ha voglia di scoprire quanto più possibile il mondo e così, dopo due faticosi anni di chiusura totale, si sente l’esigenza di assaporare di nuovo la natura e le sue infinite bellezze.


L’estate di quest’anno ha portato alla ribalta una nuova tendenza in fatto di vacanze: viaggi on the road a bordo di un camper. Non si tratta di una novità, in realtà, il boom c’è stato negli anni Settanta, ma col tempo si è preferito optare per soggiorni deluxe negli alberghi, resort o case in affitto. Oggi, sono sempre più i viaggiatori che tornano a desiderare una vacanza in libertà e… il camper è l’alleato perfetto.

Non si rinuncia a nulla

I vantaggi sono diversi: tanto per cominciare, avrete una casa mobile in ogni luogo in cui intenderete spostarvi. Questo significa che si annulla in partenza l’ansia di organizzare i bagagli: avrete sufficiente spazio per portare ciò che serve, senza dover condensare l’intero armadio in 10 kilogrammi di valigia. Nei camper non manca nulla: dalla zona giorno a quella notte, passando per le comodità tecnologiche. Non è affatto vero che si debba rinunciare alla Tv, al portatile o alla connessione internet.

I modelli più moderni offrono le comodità di vere e proprie abitazioni. Una batteria a ricarica da pannello solare portatile, ad esempio, per caricare PC e telefoni, consentirà di far durare più a lungo le batterie del veicolo; ventilatori portatili e tapparelle termiche per la cabina, consentiranno di mantenere una temperatura dell’ambiente adeguata anche senza accendere il condizionatore; un inverter 12-220V, vi permetterà di utilizzare la corrente elettrica all’interno del mezzo.

Casa è dove parcheggi

I camperisti lo sanno: casa è dove parcheggi. È questo il bello delle vacanze in camper, si potrà trascorrere ogni giorno in un posto diverso, ma la sera si rientrerà nella piazzola di sosta certi della sicurezza di un area attrezzata e circondata da altri camperisti. Occorrerà rispettare alcune regole di base e si potrà usufruire in questo modo di corrente elettrica, degli scarichi per le acque reflue, o il carico dei serbatoi di acqua.

Se però non avete trovato posto in un camping attrezzato o siete stati costretti a fare una sosta improvvisa, nessun problema: potrete sostare in un comune parcheggio per automobili. Il Codice della Strada infatti equipara il camper alle normalissime autovetture, pertanto è possibile fermarsi in un qualsiasi parcheggio pubblico, purché il camper rientri negli spazi delimitati. Tuttavia non si potrà fare campeggio aprendo la veranda esterna o i finestrini che occupano lo spazio aereo antistante il veicolo; chiaramente sarà vietato anche lo scarico di rifiuti comprese le acque nere ed il pattume.

Vacanza in camper: dettagli che fanno la differenza

Per rendere la vacanza davvero perfetta, potrete accessoriare il vostro veicolo di alcuni surplus indispensabili:

  • Fornelli e barbecue per il gusto di cucinare all’aperto;
  • Una lavatrice portatile qualora la vacanza dovesse risultare piuttosto lunga. Sono in commercio alcuni modelli di mini lavatrici da campeggio che occupano pochissimo spazio e funzionano a batteria, a corrente o ad ultrasuoni, muniti di tubi di scarico e cestelli portabiancheria;
  • Soluzioni salvaspazio che raggruppano secchi e bacinelle richiudibili a ventaglio, stoviglie e pentole pieghevoli, multitasche da appendere alle pareti per avere ogni cosa a portata di mano, sedie e tavoli impilabili, pattumiere per la raccolta differenziata da fissare alla porta;
  • Ganci e rete blocca oggetti. I mobili sono già dotati di dispositivi utili a tenere ben saldi gli oggetti riposti durante il viaggio. Tuttavia saranno fondamentali una rete ed alcuni ganci per bloccare tutto ciò che si lascerà in vista su divanetti o tavolini.

Loading

Lascia un commento