Scatta il richiamo per questi semi di chia: possono contenere tracce di soia non dichiarate in etichetta

Condividi
Tempo di Lettura: < 1 minuto

Si allunga la lista dei richiami alimentari nel nostro Paese. Il Ministero della Salute ha pubblicato dei nuovi avvisi che riguardano il ritiro dai supermercati di alcuni lotti di semi di chia (Salvia Hispanica) che potrebbero essere stati contaminati dalla soia, un pericoloso allergene che non è stato dichiarato nell’etichetta dei prodotti. Per chi è allergico, quindi, possono rappresentare un serio rischio per la salute.


I marchi e i lotti interessati dal richiamo

I semi venduti sono a marchio Dalla Buona Terra Pedon S.p.a e Cucina e Sapori (di MD). Nello specifico si tratta dei seguenti lotti:

  • Semi di chia a marchio Dalla Buona Terra Pedon, in confezioni da 150 grammi – termine minimo di conservazione: 18/06/2023
  • Semi di chia a marchio Dalla Buona Terra Pedon, in confezioni da 250 grammi – termine minimo di conservazione: 19/06/2023
  • Semi di chia Cucina e Sapori di MD, in confezioni da 250 grammi – termine minimo di conservazione: 1/06/2023

Se siete soggetti allergici, non consumate questi prodotti e – come suggerito anche dal Ministero della Salute – restituiteli al più presto al punto vendita in cui li avete acquistati per ottenere il rimborso.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Ministero della Salute

Leggi tutti i nostri articoli su prodotti ritirati e allerte alimentari:

Loading

Lascia un commento