Ferrero, Uila Uil “Grazie a lavoratori per raggiungimento premio”

Condividi

Tempo di Lettura: < 1 minuto ROMA (ITALPRESS) – “Esprimo grande soddisfazione per questo accordo che evidenzia come in tutti gli stabilimenti sia stato raggiunto un risultato vicinissimo al 100% del premio messo in palio per l’anno in corso (2450 euro lordi). Ringrazio, quindi, tutte le lavoratrici e i lavoratori che sul territorio nazionale non hanno mai fatto mancare il loro […]

Loading

Condividi
Tempo di Lettura: < 1 minuto

ROMA (ITALPRESS) – “Esprimo grande soddisfazione per questo accordo che evidenzia come in tutti gli stabilimenti sia stato raggiunto un risultato vicinissimo al 100% del premio messo in palio per l’anno in corso (2450 euro lordi). Ringrazio, quindi, tutte le lavoratrici e i lavoratori che sul territorio nazionale non hanno mai fatto mancare il loro impegno quotidiano, contribuendo in modo determinante al conseguimento degli obiettivi fissati”. Lo afferma Guido Majrone, segretario nazionale Uila Uil in merito all’accordo del premio legato ad obiettivi (Plo) per l’esercizio 2022/2023 sottoscritto tra i sindacati Fai, Flai e Uila e la Direzione Aziendale Ferrero.
“Tutti i dipendenti Ferrero riceveranno già ad ottobre risorse fresche per alleviare l’impatto dell’inflazione, che sta mettendo a dura prova le famiglie e i consumi, ferma restando la possibilità di convertire una parte del Plo in servizi alle persone (flexible benefits). Un altro aspetto di grande importanza” sottolinea ancora Majrone “consiste nella condivisione tra sindacati e azienda di non applicare il fattore presenza in tutti gli stabilimenti per la campagna 2022/2023, così come già fatto nelle due precedenti, anche in considerazione del fatto che l’OMS ha dichiarato la fine della pandemia Covid a maggio di quest’anno. Si tratta di una scelta di responsabilità che non penalizza le assenze dovute ai contagi e che testimonia, ancora una volta, il valore che la Ferrero attribuisce ai suoi lavoratori”.
-foto ufficio stampa Ferrero –
(ITALPRESS).


Loading