Vescovi siciliani “Tenuta sociale a rischio, Schifani “Saremo attenti”

Condividi
Tempo di Lettura: < 1 minuti

PALERMO (ITALPRESS) – “Qui la tenuta sociale è a rischio a causa dell’aumento dei costi dell’energia che si è sommato a una situazione economica già gravissima. Ci auguriamo che il nuovo Governo e il nuovo Parlamento sappiano far ripartire l’economia e la lotta alla povertà, ma il clima di rissa a cui assistiamo non è gradevole. I giovani sono in fuga E’ come se in questa isola non ci fosse più futuro: in 10 anni sono partiti in 130 mila”.
E’ l’allarme lanciato da Monsignor Antonino Raspanti, Vescovo di Acireale che al Giornale di Sicilia ha tracciato un bilancio della sessione autunnale della Conferenza Episcopale siciliana che si è conclusa con un documento nel quale vengono formulati “i migliori auguri al neo presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e ai parlamentari. “Le istituzioni devono agire con fermezza. E noi dobbiamo avere fiducia nelle istituzioni. Non c’è alternativa” ha concluso Raspanti.
Il presidente Schifani ha raccolto l’appello dei Vescovi: “L’azione del mio Governo sarà improntata sulla solidarietà, sul rispetto della persona e della dignità umana. Con particolare attenzione anche per l’accoglienza e per la famiglia, valori fondamentali. Esprimo il forte auspicio che tutto possa avvenire all’interno di una politica non rissosa e più responsabile rispetto a temi particolarmente sentiti. Presteremo la massima attenzione alle emergenze sociali, alla disoccupazione, alle diseguaglianze e alle fasce più deboli”.


– foto: agenziafotogramma.it

(ITALPRESS).

 48 Visualizzazioni