Sassaiola contro il pullman e Grosso ferito, rinviata OM-Lione

Condividi

Tempo di Lettura: 2 minuti Il tecnico italiano raggiunto al volto da alcune schegge di vetro

Loading

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

MARSIGLIA (FRANCIA) (ITALPRESS) – La foto di Fabio Grosso con una vistosa benda sul volto dice tutto. Bruttissima pagina per il calcio francese a Marsiglia, dove la gara fra OM e Lione è stata rinviata dopo il brutale attacco al pullman che trasportava la squadra ospite. Una fitta sassaiola scatenata dagli ultras di casa ha accolto il veicolo nei pressi dello stadio Velodrome, mandando in frantumi la metà dei finestrini sul lato destro. A farne le spese Grosso, raggiunto al volto da alcune schegge e uscito sanguinante dal pullman. Colpito a un occhio anche il suo vice Raffaele Longo e lievi ferite per diversi giocatori. A quel punto è iniziato un fitto confronto fra le parti mentre una delegazione del Marsiglia composta da Gennaro Gattuso, Pablo Longoria e Jean-Pierre Papin faceva visita nello spogliatoio dei rivali. Quindi la decisione della Lega Calcio francese (LFP) di non far disputare l’incontro ed evacuare lo stadio, considerando che anche tre pullman di tifosi del Lione erano stati attaccati con le stesse modalità. “Avremmo voluto giocare, i giocatori ci hanno detto che erano pronti, è una decisione che va al di là della nostra volontà”, ha fatto sapere John Textor, proprietario del Lione. Confermando però che “Grosso non era molto lucido, faticava a parlare col nostro medico. Il calcio non dovrebbe essere questo”. Sebbene la LFP contraddica Textor riferendo che il Lione non avrebbe invece dato la sua disponibilità a scendere in campo (lo stesso Textor ha chiarito che era stata quella l’indicazione iniziale prima però di parlare con la squadra), il ministro dello Sport Amelie Oudea-Castera parla a RMC Sport di “decisione giusta. E’ assolutamente sconcertante quanto accaduto, è la negazione stessa dei valori del calcio e dello sport. Sono vicina al Lione, al suo allenatore e al suo vice, i responsabili vanno individuati e severamente puniti”. Le autorità riferiscono già di sette arresti mentre il Marsiglia, dal canto suo, per bocca del presidente Longoria, porge le sue scuse: “Quanto accaduto a Fabio Grosso è inaccettabile, è stata rovinata una festa. Sono arrabbiato e costernato”.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).


Loading