Quello che una mamma vuole sentirsi dire

Condividi
Tempo di Lettura: 3 minuti

Dai ammettiamolo ci sono cose che le mamme hanno bisogno di sentirsi dire perché vogliono stare bene, perché sono continuamente alla ricerca di conferme, e anche se sanno che non sono del tutto veritiere ci coccoliamo nell’idea che lo siano e non vogliamo che questa magia si spezzi.


Ecco cosa vogliono sentirsi dire le mamme.

  1. Vostro figlio è stato bravo.

È la prima cosa che ogni mamma vuole sapere al momento del ritiro della sua progenie in piedi davanti alla porta della casa di un amico. Come si è comportato? Questa la domanda fatidica e anche se ha gettato una palla contro la finestra o colorato il cane con i pennarelli indelebili tu non lo vorrai mai sapere. Hai bisogno di sentire che si è comportato bene e mentre starai ponendo la fatidica domanda incrocerai le dita sperando in una risposta affermativa.

  1. Il vostro bambino è adorabile.

Noi tutti pensiamo che i nostri figli siano bellissimi, ma chiedendo alle altre persone di condividere questa opinione li state mettendo in una posizione difficile. Quindi se non volete rimanerci male e non ricevere conferme, evitate di fare domande sull’aspetto fisico diretto e utilizzate aggettivi che possano funzionare non solo per l’aspetto fisico ma anche per un atteggiamento. Per esempio dicendo “Non trovi che mio figlio sia adorabile?” non implica che sia bellissimo ma potrebbe essere semplicemente simpatico.

  1. Il vostro bambino è sano.

È una domanda che vi accompagna dalla gravidanza. Sapere se vostro figlio sta bene. “È normale che….” è soggettivo. Così, quando mi dici che sei preoccupata perché  il vostro bambino non ha ancora camminato / parlato vuoi sentirti rassicurata che non c’è niente di cui preoccuparsi e che il vostro bambino è al 100% ok. Ovviamente nessuno dovrebbe permettersi di insinuarvi dei dubbi a meno che non si tratti di un medico che abbia fatto tutti gli accertamenti del caso.

  1. Ci scusiamo per la il disordine.

Prima che arrivassero gli ospiti, hai trascorso 20 minuti in una folle corsa per raccogliere i calzini, assicurarti che il lavandino non sia pieno di piatti, e pulire le briciole dal divano così che la tua casa sembri presentabile. Ma se ti scusi per questo essere disordinato quando è in realtà decente, forse gli altri potranno pensare che normalmente in casa regni l’ordine sovrano.

  1. Non preoccuparti riordino io

Una delle cose che odio di più è mettere in ordine i giocattoli dopo aver invitato degli amici dei miei figli a giocare a casa.  Ma ciò che esce dalla mia bocca ogni volta è “Oh, non preoccuparti di raccogliere i giocattoli. Ci penserò io più tardi”. Io non so perché dico questo, perché in realtà mi piacerebbe essere aiutata o che lo facessero direttamente i bambini. Spero sempre che questo aiuto possa essere spontaneo. Apprezzo molto quando senza chiedermelo le mamme mettono a posto, ma ovviamente non posso pretenderlo e non voglio far sentire nessuno a disagio.

  1. Siamo spiacenti, ma non possiamo venire perché …

Mio figlio non si sente bene? Ho un appuntamento? In realtà, tu non hai assolutamente voglia di socialità o sai che a tuo figlio quel bambino che vi ha invitato a casa non sta molto simpatico. Ma questo ovviamente non si può dire. Io preferisco una scusa che un’amara verità.

  1. Mio figlio non è più bravo del tuo

Non ho bisogno di sapere che tuo figlio, che ha la stessa età del mio – ha già tolto il pannolino giorno e notte”.  Voglio sentirmi dire che anche lui come il mio  ha fatto la pipì sul pavimento o ha bagnato il letto.

Le bugie che le mamme dicono alle altre mamme non sono dannose, solo le misure che abbiamo messo in atto per risollevare la nostra autostima. Vengono da buone intenzioni … e come tali vanno apprezzate. Ci sono però cose che le mamme non vogliono proprio sentirsi dire.

Loading