New Orleans stoppa i Clippers, ok Boston, Cleveland non si ferma

Condividi

Tempo di Lettura: 2 minuti Vittoria Detroit su Sacramento aspettando Fontecchio, 2 punti per Gallinari

Loading

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

LOS ANGELES (STATI UNITI) (ITALPRESS) – New Orleans frena la corsa dei Clippers. CJ McCollum (25 punti di cui 13 nell’ultimo quarto) e Zion Williamson (21 punti e 10 assist) firmano la vittoria degli Hornets – la quarta di fila – per 117-106, infliggendo agli uomini di coach Lue quella che è appena la sesta sconfitta nelle ultime 32 gare. Harden (19 punti) e Powell (18 punti) non bastano ai Clippers, che perdono così il primato a Ovest. Nella Eastern Conference comanda invece Boston, che la spunta su Atlanta per 125-117 con 31 punti di Porzingis, 21 di White e un Tatum da 20 punti, 9 rimbalzi e 7 assist. Vittoria numero 24 su 27 al TD Garden per i Celtics, che tengono dietro una Cleveland in serie positiva da sette partite (14 successi nelle ultime 15), compresa quella contro Washington: 114-106 con uno scatenato Donovan Mitchell (40 punti). Orfana dell’infortunato Embiid, Philadelphia cede 127-104 a Golden State (21 punti e 10 rimbalzi per Wiggins), Jimmy Butler va in tripla doppia dopo oltre due anni (17 punti, 11 rimbalzi e 11 assist) e col contributo di Herro (24 punti) guida Miami contro San Antonio (116-104). Per gli Spurs 19 punti a testa per Jones e Vassell, 18 punti e 13 rimbalzi per Wembanyama. La miglior prestazione in carriera di Miles Bridges (45 punti) non evita a Charlotte la sconfitta (la nona consecutiva) contro Toronto per 123-117, sbattendo contro Barrett (23 punti), Barnes e Quickley (18 punti a testa) mentre Detroit, aspettando Simone Fontecchio, nonostante le assenze di Cunningham e Bogdanovic sorprende Sacramento 133-120, grazie a Jaden Ivey: 37 punti, 19 dei quali nell’ultimo periodo, oltre a 7 assist e 6 rimbalzi. Per Danilo Gallinari solo 2 punti (1/1 da due), 4 rimbalzi, 2 assist e una stoppata in 11 minuti.
Si avvicina intanto la deadline per le ultime operazioni di mercato: proprio Detroit manda ai Wolves Monte Morris in cambio di Shake Milton, Troy Brown Jr. e una seconda scelta al draft 2030, a Boston sbarca invece Xavier Tillman in cambio di due scelte al secondo giro (2027 via Atlanta e 2030 via Dallas) e Lamar Stevens per Memphis.
– foto Ipa Agency –
(ITALPRESS).


Loading