La Coppa Davis a Bologna per i prossimi cinque anni

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

BOLOGNA (ITALPRESS) – Bologna è una delle quattro città designate ad ospitare la fase a gironi delle Davis Cup by Rakuten Finals 2022, che si svolgerà dal 14 al 18 settembre prossimi alla Unipol Arena. Lo hanno annunciato oggi l’International Tennis Federation e Kosmos Tennis. Le altre sedi designate sono Amburgo (Germania), Glasgow (Gran  Bretagna) e Malaga (Spagna). Il capoluogo dell’EmiliaRomagna ospiterà le partite del girone di cui sarà protagonista l’Italia, le cui avversarie usciranno dal sorteggio in  programma il prossimo 31 marzo.


“Portiamo la Coppa Davis in Italia, a Bologna, per i prossimi cinque anni. E’ un grandissimo risultato, una grande opportunità per il nostro Paese non solo in termini di indotto, per quanto porterà al territorio, ma anche in termini sportivi, perchè stiamo vivendo il migliore momento della storia del tennis maschile italiano con due top 10 e tanti giocatori tra i migliori 100. Vogliamo vincere questo trofeo” ha dichiarato il presidente della Federtennis Angelo Binaghi. “Siamo molto soddisfatti, dobbiamo ringraziare la sottosegretaria Valentina Vezzali e anche il territorio nella persona del presidente Bonaccini perchè ci hanno sostenuto, senza di loro non saremmo riusciti a ottenere alcune risultato – ha aggiunto il numero uno della Fit – Bologna può permettere a tutti gli appassionati d’Italia di accedere a questa manifestazione. Per la nostra federazione questa assegnazione ci conferma come leader nel mondo del tennis con quattro eventi straordinari: oltre alla Coppa Davis, le Next Gen Atp Finals di Milano, le Atp Finals di Torino e gli Internazionali BNL d’Italia di Roma, che nelle prossime settimane dovrebbero ricevere l’upgrade per disputarsi su due settimane dal 2023”.

“L’Italia si conferma terra di grandi eventi sportivi. Grazie alla sinergia tra la Federtennis e la Regione Emilia-Romagna con il presidente Stefano Bonaccini siamo riusciti a garantire all’Italia per i prossimi anni una competizione straordinaria, che insieme alle Atp Finals di Torino permetterà al nostro Paese di essere protagonista assoluto sulla scena internazionale” le parole di Valentina Vezzali. “Ho sempre creduto nell’importanza dei grandi eventi sportivi e sono contento di avere un presidente come Bonaccini che la pensa come me – ha aggiunto – È necessario che venga assicurato il sostegno per la realizzazione dell’evento perché rappresenta anche un’opportunità economica per il territorio. E anche per i nostri azzurri sarà fondamentale avere il supporto del pubblico per inseguire un trofeo che manca da oltre 45 anni”.

“La Coppa Davis a Bologna non sarebbe stata possibile senza la Federtennis e senza il  Governo e l’impegno di Valentina Vezzali. Vi siamo grati perché abbiamo trovato un supporto importante. Solo poche settimane fa abbiamo presentato il ritorno in calendario del gran premio di Imola di Formula 1: questa manifestazione non è meno importante” ha detto Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna. “La mia generazione è  cresciuta con la vittoria del 1976, quel successo portò milioni di italiani a conoscere e ad appassionarsi al tennis. Ora questa coppa arriva da noi con una squadra italiana che mai era stata così forte. Speriamo che i nostri ragazzi ci possano regalare forti emozioni”.

“Il Comune di Bologna, nella persona del sindaco Matteo Lepore, è orgogliosa di questo momento. Fatemi dire un grazie grande alla Regione, al presidente Bonaccini, perché il gioco di squadra porta un valore aggiunto. Da tanti anni il grande tennis non si vede nella nostra città e ora arriva ai massimi livelli: speriamo che i nostri tennisti possano regalarci un grande risultato” ha dichiarato Roberta Li Calzi, assessora allo Sport del Comune di Bologna.
(ITALPRESS).

Loading