Inzaghi “Rinnovo? A fine campionato ci incontreremo”

Condividi

Tempo di Lettura: 2 minuti “L’obiettivo e’ vincere sempre dei trofei, per il futuro serve un’Inter ancora forte”

Loading

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

PIACENZA (ITALPRESS) – “Vincere il campionato con 5 giornate d’anticipo è stato meraviglioso, anche per quello che ci ha tributato la gente dell’Inter. Ora abbiamo le gare con Lazio e Verona e poi ci incontreremo con la società”. Nella sua Piacenza per ricevere un’onorificenza speciale dopo la conquista dello scudetto (“Ricevere un premio nella città dove sono nato e cresciuto è motivo di grande orgoglio”), Simone Inzaghi posticipa alla fine del campionato l’incontro che dovrebbe mettere nero su bianco il suo rinnovo con l’Inter. Che anche in futuro deve essere “un’Inter forte, ogni anno dobbiamo cercare di migliorare gli obiettivi. Tre anni fa, al mio arrivo, in pochi avrebbero immaginato che avremmo vinto 6 trofei e fatto una finale di Champions anche se c’erano tantissime aspettative perchè sapevo di trovare una società forte, con dirigenti fortissimi come Marotta, Ausilio, Baccini. Sapevo che, nonostante le difficoltà, avrebbero fatto in modo di costruire delle squadre competitive e con l’aiuto dei ragazzi e dei tifosi siamo riusciti a fare quello che abbiamo fatto, qualcosa che resterà con me per sempre”. Ma nè l’Inter nè Inzaghi hanno intenzione di fermarsi. Se sul fronte societario arrivano importanti rassicurazioni grazie all’accordo con Pimco (“ma Zhang in questi tre anni non ci ha mai fatto mancare nulla, è mancata la sua presenza fisica quest’anno ma ogni settimana c’era un colloquio, non ho mai avuto alcun problema”), sul campo “l’obiettivo dell’Inter è sempre vincere dei trofei. E’ una squadra fantastica con tifosi meravigliosi, cercheremo di migliorarci come abbiamo fatto ogni anno sapendo che troveremo però altre squadre con gli stessi obiettivi. I ragazzi hanno fatto un campionato straordinario, 48 punti nel girone d’andata e 44 in quello di ritorno con ancora due gare da giocare è un percorso difficile da ripetere ma abbiamo una società che non sta solo a guardare o a esultare per i trofei ma che lavora continuamente e tutti quanti vogliamo che le cose possano continuare così”.
– foto Ipa Agency –
(ITALPRESS).


Loading