Doping, quattro anni di squalifica per Simona Halep

Condividi

Tempo di Lettura: < 1 minuti L’ex numero 1 al mondo giudicata da un tribunale indipendente

Loading

Condividi
Tempo di Lettura: < 1 minuti

ROMA (ITALPRESS) – Simona Halep è stata squalificata per quattro anni a causa di violazioni del programma antidoping. Lo ha comunicato l’International Tennis Integrity Agency (ITIA) specificando che la sospensione arriva da un tribunale indipendente. La tennista rumena, ex numero 1 del ranking Wta, che adesso può presentare appello alla decisione, era già stata provvisoriamente sospesa dall’ottobre 2022, a seguito del test positivo alla sostanza proibita Roxadustat agli US Open nell’agosto 2022. Una seconda accusa, invece, riguardava irregolarità nel suo passaporto biologico. Nel maggio scorso la stessa Halep, 31 anni, aveva chiesto di essere giudicata da un tribunale indipendente. Il tribunale ha accettato la tesi della tennista secondo la quale aveva assunto un integratore contaminato, ma ha stabilito che il volume ingerito non avrebbe potuto determinare la stessa concentrazione di Roxadustat trovata nel campione positivo. Anche l’accusa relativa al passaporto biologico è stata accolta, in base alla tesi dei tre esperti indipendenti dell’Athlete Passport Management Unit (APMU) secondo cui proprio il “probabile doping” sarebbe stato alla base dell’irregolarità.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).


Loading