Catania, Street art e integrazione sociale. L’evento finale del progetto “Insides”.

Condividi
Tempo di Lettura: 3 minuti

Domani, 24 novembre alle ore 10.00, nell’Auditorium dell’I.O. Pestalozzi di Catania, si terrà l’evento finale “moltiplicatore” rivolto a gruppi civici, educatori, istituzioni, studenti, associazioni, del progetto INSIDES. Oltre ad ospitare i partner del progetto sarà soprattutto un momento di divulgazione per la comunità e per quanti vi prenderanno parte.


Il progetto INSIDES dopo due anni si avvicina al suo traguardo, coinvolgendo Italia, Regno unito e Grecia e facendo della creatività, socialità e integrazione, con il focus sulla Street Art partecipata, i suoi punti di forza.

Avviato poco prima della pandemia, è andato avanti permettendo alle realtà aziendali e alle organizzazioni in difficoltà di partecipare al programma Erasmus+ e a una call “eccezionale”, la KA227, proprio dedicata a chi si occupa di arte, intrattenimento e creatività. Giunti quasi al termine (previsto per febbraio 2023) il progetto INSIDES ha messo in contatto realtà come Palermo, Catania, Londra e Atene a partire da marzo 2020, con il coordinamento di Puntoeacapo Srl (IT) e dei partner Innovation Frontiers IKE (GR), Gomad Srls (IT), Idrisi Cultura e Sviluppo (IT) e Beatbuzz Ltd (UK).

Dopo Bagheria e Londra, a maggio 2022 è stata la volta di Catania, protagonista del network di INSIDES, in particolare nella realizzazione del secondo “output” del progetto, che data la sua natura, ne è il cuore.

Saranno presenti i relatori e i protagonisti del progetto, in presenza e in collegamento dall’estero, insieme agli studenti e i docenti dell’Istituto, ad Alice Valenti e associazioni e comunità del territorio, tra questi Briganti Rugby ASD Onlus “Librino” che vivono e lavorano nel tessuto sociale, nell’ottica della compartecipazione e dell’integrazione sociale e culturale.

In questa occasione, sarà inaugurato il murales realizzato su una facciata della scuola dall’artista siciliana Alice Valenti.

IL LABORATORIO E L’OPERAA maggio di quest’anno, l’Istituto Omnicomprensivo Pestalozzi di Librino e i suoi alunni della II media sono stati coinvolti nel laboratorio tenuto da Alice Valenti – pittrice, artigiana, ricercatrice della tradizione iconografica popolare siciliana – che ha avuto l’obiettivo di attivare un confronto sul tema della parità di genere nel mondo lavorativo, anche raccogliendo le esperienze all’interno del proprio nucleo familiare. Più in generale, si è parlato della necessità di rispettare l’altro e coltivare i propri talenti individuali per essere felici.Durante le ore trascorse insieme, ho invitato i ragazzi a trasporre i concetti in modo grafico, realizzando alcuni disegni sull’argomento, secondo le proprie capacità. Successivamente, in autonomia ho progettato e realizzato un’opera murale nel cortile dell’istituto, dal titolo “Rispetta la Vita, Coltiva i Sogni” nel quale ha sintetizzato gli argomenti trattati”, commenta Alice.

Immaginazione, creatività e socialità affiancate da abilità e competenze specifiche sulle attività artistiche hanno dunque contribuito all’obiettivo di sviluppo di una rete che colleghi idealmente realtà e territori diversi e, soprattutto, aree periferiche europee.

| IL PROGETTO |

Il progetto della durata di due anni ha coinvolto in Italia i territori di Bagheria, Catania, Palermo, ma anche le periferie del Regno Unito (Grande Londra) e la Grecia (Atene), divenendo vincolo di unione fra paesi, culture, associazioni, giovani, pensieri, opere, istituzioni, legati in un processo di rinascimento per le città europee, che oggi rischiano ingiustamente di essere riconosciute soltanto per gravi fenomeni di degrado.

I partner europei coinvolti Puntoeacapo Srl, Lead di Progetto, Idrisi Cultura e Sviluppo (IT) GoMad Concerti (IT), Beatbuzz (UK), Innovation Frontiers IKE (GR), vantano ricche esperienze nel settore della valorizzazione del patrimonio culturale, nello sviluppo di moduli educativi innovativi per giovani adulti, soprattutto per lo sviluppo di competenze professionali e imprenditoriali, ma anche nel campo della progettazione artistica e musicale di rilevanza internazionale e in ultimo nel campo dell’innovazione tecnologica di indirizzo educativo.

Coinvolti come stakeholders il Comune di Bagheria, Comune di Palermo, Comune di Catania, Città Metropolitana di Palermo, Area Metropolitana di Catania, City Councils Londra, Università degli Studi di Palermo, l’Accademia di Belle Arti di Palermo e altri. Questi soggetti verranno coinvolti con diversa intensità per le attività promozionali di presentazione e sostegno al Progetto.

Finanziato nell’ambito del Programma Erasmus KA227 Partenariati Strategici per la Creatività nel settore dell’Educazione degli Adulti, per la durata di due anni, il progetto Innovative Training Settings for the Self-Development of emerging artists “INSIDES” (2020-1-IT02-KA227-ADU-095293) ha previsto la creazione di quattro Output Intellettuali:

1) Analisi, Studio e Ricerca: Contemporary Street Art Theory & Products- L’arte pubblica. Analisi partecipata sull’arte contemporanea con focus sulla Street Art per fornire ai beneficiari una base conoscitiva utile per l’implementazione dei successivi output

2) Setting for the contemporary urban arts: educative modules and mural-paintings’ production. Percorso partecipato di produzione di Street Art originale in Sicilia e nel Regno Unito, le cui fasi d’allestimento sono al contempo unità formative che forniscono ai giovani competenze chiave per attività professionali di settore artistico-culturale.

3) Mobile OER-e-learning materials, interactive audiovisual catalog – Sviluppo di un’App innovativa di e-learning, la quale conterrà i materiali formativi implementati, ma anche il catalogo digitale delle opere di Street Art prodotte dai giovani target group

 4) Handbook, Atlas & Docufilm– Elaborazione organica delle unità formative dinamico esperienziali implementate. L’obiettivo è garantire sustainability progettuale, delineando strategie educative per la giovane imprenditoria culturale.

 6 Visualizzazioni