Avvertimento importante per i genitori: c’è un errore da evitare assolutamente quando arriva il caldo

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

Appena arriva il bel tempo, non c’è niente che amiamo di più che affollare i parchi o andare in spiaggia. Ben venga stare all’aria aperta, ma siamo sempre attenti alla pelle dei nostri bimbi? Il primo errore che si fa, infatti, è essere convinti che non – essendoci ancora il solleone agostano (ma le temperature altissime di questi giorni sono ben vicine…) -, non siano necessarie determinate misure per proteggere la pelle dei bambini.


Niente di più sbagliato.

Quello che dobbiamo ben tenere a mente, piuttosto, è che quando c’è il sole alto, anche “solo” primaverile (o in alta montagna…), aumenta comunque il rischio di cancro della pelle e i bambini in particolare hanno bisogno di essere protetti già durante questi periodi. Un discorso che, tuttavia, dovrebbe valere a qualsiasi età.

Perché? I bambini hanno la pelle decisamente più delicata. Per questo motivo sono più inclini a scottarsi, soprattutto se non hanno la giusta crema solare.

Perché è fondamentale la fotoprotezione in età pediatrica anche adesso che non è (ufficialmente) estate

Non solo pelle più sottile e delicata, ma i bimbi hanno anche una ridotta quantità di melanina e la loro cute è più ricca di cellule staminali, mentre i danni provocati dai raggi hanno più tempo per causare mutazioni cellulari.

Quindi, non solo crema solare (qui vi abbiamo elencato le Creme solari migliori per bambini) ma anche una serie di consigli pratici, come:

  • cappellino
  • occhiali da sole
  • magliette fresche e chiare
  • una leggera copertura nel caso utilizziate un passeggino

Ricordate inoltre che, prima dei 3 anni è sconsigliato esporre i più piccoli al sole nelle ore più calde e che, quando giocano all’aperto, meglio cercare riparo all’ombra o sotto un albero.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

 64 Visualizzazioni

Lascia un commento

Avvertimento importante per i genitori: c’è un errore da evitare assolutamente quando arriva il caldo

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

Appena arriva il bel tempo, non c’è niente che amiamo di più che affollare i parchi o andare in spiaggia. Ben venga stare all’aria aperta, ma siamo sempre attenti alla pelle dei nostri bimbi? Il primo errore che si fa, infatti, è essere convinti che non – essendoci ancora il solleone agostano (ma le temperature altissime di questi giorni sono ben vicine…) -, non siano necessarie determinate misure per proteggere la pelle dei bambini.


Niente di più sbagliato.

Quello che dobbiamo ben tenere a mente, piuttosto, è che quando c’è il sole alto, anche “solo” primaverile (o in alta montagna…), aumenta comunque il rischio di cancro della pelle e i bambini in particolare hanno bisogno di essere protetti già durante questi periodi. Un discorso che, tuttavia, dovrebbe valere a qualsiasi età.

Perché? I bambini hanno la pelle decisamente più delicata. Per questo motivo sono più inclini a scottarsi, soprattutto se non hanno la giusta crema solare.

Perché è fondamentale la fotoprotezione in età pediatrica anche adesso che non è (ufficialmente) estate

Non solo pelle più sottile e delicata, ma i bimbi hanno anche una ridotta quantità di melanina e la loro cute è più ricca di cellule staminali, mentre i danni provocati dai raggi hanno più tempo per causare mutazioni cellulari.

Quindi, non solo crema solare (qui vi abbiamo elencato le Creme solari migliori per bambini) ma anche una serie di consigli pratici, come:

  • cappellino
  • occhiali da sole
  • magliette fresche e chiare
  • una leggera copertura nel caso utilizziate un passeggino

Ricordate inoltre che, prima dei 3 anni è sconsigliato esporre i più piccoli al sole nelle ore più calde e che, quando giocano all’aperto, meglio cercare riparo all’ombra o sotto un albero.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche:

 32 Visualizzazioni

Lascia un commento