A Roma staffetta virtuale a 500 giorni da Parigi2024

Condividi

Tempo di Lettura: 2 minuti L’evento ha coinvolto 116 paesi. L’Ambasciata di Francia in Italia, il Coni e il Ministero per lo Sport a Colle Oppio

Loading

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

ROMA (ITALPRESS) – L’Ambasciata di Francia in Italia, il Coni e il Ministero per lo Sport e i Giovani si sono uniti nel sito sportivo del parco del Colle Oppio di Roma per partecipare alla “Staffetta intorno al mondo”. L’evento organizzato a 500 giorni dall’inizio dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024 ha coinvolto complessivamente 116 Paesi nel mondo, mentre in loco ha accolto gli alunni di quattro istituti scolastici, che hanno avuto modo di partecipare a numerose attività sportive di squadra. Hanno partecipato alla giornata Massimiliano Atelli, Capo di Gabinetto del Ministro per lo Sport e i Giovani, l’Ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset e Carlo Mornati, segretario generale del Coni. In rappresentanza dell’Italia Team hanno presenziato i campioni olimpici della staffetta 4×100 di Tokyo 2020, Filippo Tortu e Lorenzo Patta. “A cinquecento giorni dall’Olimpiade stiamo celebrando lo sport in cinque continenti per un numero complessivo di 116 Paesi – ha detto l’Ambasciatore Masset -. Siamo contenti di aver coinvolto a Roma, in una location ai piedi del Colosseo, studenti italiani e francesi per poter celebrare con loro i valori dello sport e dell’amicizia”.
L’entusiasmo per il momento di confronto è condiviso da Carlo Mornati, che ha abbracciato l’iniziativa: “Questo evento serve a sensibilizzare i territori e a portare un messaggio olimpico itinerante. La Francia lo ha fatto bene con questo passaggio di testimone e noi in futuro faremo lo stesso. La sfida che accomuna Parigi 2024 e Milano Cortina 2026 è quella della sensibilizzazione sull’organizzazione di grandi eventi in un contesto sociale ed economico finanziario post pandemico”. L’Italia ha virtualmente passato il testimone a Malta e lo ha fatto con la partecipazione di Tortu e Patta, che hanno colto l’occasione per passare un pò di tempo con i tanti ragazzi presenti all’evento. “Cinquecento giorni sembrano tanti, ma manca in realtà davvero poco all’Olimpiade – le parole di Filippo Tortu che ha di recente iniziato la preparazione con il resto della squadra -. Il lavoro sta andando bene e inizierò a gareggiare verso l’inizio di maggio. Penso con gioia ai Giochi Olimpici, anche se allo stesso tempo inizio a sentire un pò di tensione. Per quanto riguarda la staffetta nessuno ha il posto garantito in squadra, ma bisogna lavorare per la conferma. Con Ceccarelli ci stiamo iniziando a conoscere, è importante creare un bel rapporto anche fuori dalla pista”, ha concluso Tortu.
“Ritrovarsi in clima olimpico fa un certo effetto. Tokyo 2020 è stato qualcosa di unico, ma adesso questo evento ci ricorda che Parigi si sta avvicinando – il commento di Lorenzo Patta -. Abbiamo iniziato la preparazione da due giorni, quindi c’è molto lavoro da fare considerando che dobbiamo qualificarci per questi Giochi. Samuele Ceccarelli? Ci conosciamo dal 2018 e so benissimo che ragazzo e che atleta sia. Si merita i successi che sta ottenendo”, ha concluso Patta.
– Foto Spf/Italpress –
(ITALPRESS).


Loading