Vittoria in rimonta per il Catania: i rossazzurri battono 3-2 la V. Francavilla e passano il turno

“Il cuore oltre l’ostacolo” recitava lo striscione esposto in curva nord e così è stato. Di ostacoli in questo momento il Catania ne ha e ne aveva tanti, dalla poca preparazione atletica ai malumori relativi agli stipendi non pagati e la pesante incognita sul futuro. Eppure i rossazzurri sono riusciti a dare prova di maturità e di attaccamento alla città e ai colori superando la Virtus Francavilla al termine di una gara combattuta con tanta grinta, voglia e determinazione. La partita però già dai primi minuti imbocca un binario in salita: gli ospiti infatti all’11’ passano in vantaggio grazie al gol di Perez su assist di Vazquez e solo 9 minuti dopo quest’ultimo è autore del gol del raddoppio su calcio d’angolo di Mastropietro. Ma il Catania non demorde e ha il merito di crederci fino al 95’ ribaltando il match. Al 26’ è Biondi ad accorciare le distanze al termine di un batti e ribatti in area di rigore con un gol che da fiducia al gruppo e che chiude il primo tempo sull’1-2 per gli ospiti. Da sottolineare pochi minuti prima del duplice fischio, 10 minuti di blackout al Massimino a causa di un calo di tensione, quasi una metafora del momento attuale, che costringono il direttore di gara a interrompere il match.

Nella ripresa però i rossazzurri ci credono nonostante l’evidente condizione fisica non ancora ottimale di fronte a una compagine molto più in forma e danno prova di coraggio conquistando un calcio di rigore, poi battuto da Curcio, che riporta il risultato in parità e i rossazzurri a un passo dal traguardo. A mettere il sigillo definitivo al match il gran gol di Giovanni Pinto che, autore di un’azione personale, realizza una rete da fuoriclasse e fa esplodere di gioia anche l’amministratore unico Gianluca Astorina presente in tribuna stampa. Finisce 3-2 Catania – Virtus Francavilla, con gli ospiti rimasti in 10 al 21’ del secondo tempo per l’espulsione di Vazquez e con il Catania che accede al secondo turno dei playoff dimostrando di esserci e di volersi mettere in gioco, nonostante tutto. A fine partita non è mancato da parte dei giocatori il saluto alle curve di fronte, però, a uno stadio vuoto, segno significativo che oggi hanno prevalso su tutto il cuore e il senso di appartenenza. Un plauso a Lucarelli a cui spetta il merito di essere riuscito a ricucire il gruppo nonostante i malumori e a motivarlo in un momento di grande difficoltà.

Adesso toccherà attendere l’esito di Ternana – Avellino, in programma domani sera, per scoprire quale sarà il prossimo avversario dei rossazzurri nel secondo turno di playoff.

Tabellino:

CATANIA (4-2-3-1): Martinez; Calapai, Mbende, Silvestri, Pinto; Salandria, Vicente; Biondi, Curcio, Capanni; Curiale.

A disp.: Furlan, Noce, Pino, Saporetti, Panebianco, Welbeck, Biagianti, Dall’Oglio, Mazzarani, Manneh, Barisic, Beleck. All.: Cristiano Lucarelli.

VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Poluzzi; Delvino, Marino, Caporale; Di Cosmo, Risolo, Zenuini, Mastropietro, Nunzella; Perez, Vazquez.

A disp.: Costa, Sparandeo, Sarcinella, Pambianchi, Castorani, Setola, Gallo, Ekuban, Marozzi. All.: Trocini

Arbitro della gara: Matteo Marchetti (Ostia Lido); Assistenti: Gaetano Massara (Reggio Calabria) e Marco Dalla Croce (Rimini); Quarto ufficiale: Federico Longo (Paola).

RETI: 11’ Perez, 20’ Vazquez, 26’ Biondi; 11’ Curcio su rigore, 48’ Pinto.

da sicrapress

 84 Visualizzazioni

Condividi
-->