VIDEO | La Fase 2 in musica e versi, gli Amorevero diventano ‘Amorevirus’

morevirus1

La band ironizza su tutte le retoriche del senso comune, ridicolizzandole senza pietà Share on facebook Share on twitter Share on whatsapp Share on email Share on print

ROMA – Alla fine è arrivato il ‘liberi tutti’, c’è chi si è catapultato in strada e nei locali tirati a lucido e c’è chi invece non vuole proprio uscire. La chiamano ‘sindrome della caverna’ o del ‘prigioniero’ e colpisce chi, là fuori, ha proprio paura ad andarci, troppa libertà dopo l’isolamento mette ansia. Un altro effetto del lockdown, che aggiunge materiale poetico su cui gli artisti si possono sbizzarrire. La fase 1 sta diventando storia, con la sua epica di città vuote, di ‘andrà tutto bene’, di balconi musicanti e poi la solidarietà, le lacrime e l’amore patrio con i tricolori. Gli artisti, anche se bloccati, non sono stati fermi, gli schermi e i palcoscenici si sono moltiplicati sulla rete, ampliati, spezzettati e rimpiccioliti, liberando creatività. Ora tocca alla fase 2 trovare i suoi cantori, ma la cultura cui siamo abituati è ancora chiusa e in sofferenza, apre qualche museo, di concerti però non se ne parla. E il teatro, che ha creato le maschere, non sopporta le mascherine, in lockdown anche i palcoscenici. Ma non gli artisti, che provano a inventarsi le storie su questa nuova fase, o poetare ancora su quella passata.

La ‘sindrome del prigioniero’ può aiutare molto, anche la satira. E lì hanno attinto gli ‘Amorevero‘, una band parodistica che realizza dal 2013 videoclip originali, ispirandosi alle canzoni pop, con aggiunta di immagini e recitato, un effetto esilarante che ironizza su tutte le retoriche del senso comune, ridicolizzandole senza pietà.

CHI SONO GLI AMOREVERO

I due protagonisti, Gianluca Musiu e Daniele Natali, sono due attori che sanno anche di musica, ma soprattutto sanno divertirsi e divertire e, fra una tournee e l’altra, ritornano all”Amorevero’. Funziona così da quasi 10 anni, dal primo video ‘Tutto bellissimo’ – parodia sul pop alla ‘Zero Assoluto’ – all’ultimo, ‘Porches’, impietoso affresco sulla trap. Ora è arrivato ‘Qualcosa uscirà’ e, per l’occasione, gli ‘Amorevero’ sono diventati ‘AmoreVirus‘, scoprendo il bello dell’isolamento, ispirati proprio dalla ‘Sindrome del prigioniero’. La spiegano così, presentando l’ultima loro opera: “Abbiamo respirato l’odore del pensiero, ascoltato il battito dei nostri cuori all’unisono, riflettuto sull’essenza dell’essere umano. L’esperienza di quarantena ha sollevato le nostre mani, le ha poggiate su due chitarre e su un foglio di carta per raccontarvi il nostro viaggio”. Un viaggio iniziato nell’afasia e nel blocco creativo, come raccontano irriverenti nel testo, non avevano niente da dire, mentre tutti avevano molto da dire, in prosa e in poesia. E poi vuoi mettere la bellezza dello svacco in casa: “Ci prendi gusto sul divano con Netflix… Mi prendo tempo, resto tanto nel cesso, ho imparato a stare zitto per ore. Dormo meglio, non ho sensi di colpa… La casalinga che è in me io la faccio godere”. Per finire con un’illuminazione: “Se prendo il bonus dall’Inps io non voglio più uscire”. Insomma proprio un amore di virus. Oltre ai due attori, nella band ci sono musicisti importanti come Flo (Floriana Cangiano), intensa cantautrice napoletana; Tommaso Di Giulio al basso; Joahn Dalgaard e Maxime Garoute, tastiere e batteria; il chitarrista Sebastiano Forte e, al piano, il maestro Giuseppe Burgarella.

Share on facebook Share on twitter Share on whatsapp Share on email Share on print

Leggi anche:

tokyo

Coronavirus, Tokyo a un passo dalla revoca totale dello stato di emergenza

coronavirus_roma_monopattini

Covid, a Roma 17mila controlli: una sessantina le irregolarità

Le prime pagine dei quotidiani di Lunedì 25 Maggio 2020

coronavirus

Coronavirus, sono 531 i nuovi casi. 50 le vittime, ma mancano i decessi in Lombardia

Ue, Zingaretti: “Recovery plan sia a fondo perduto e senza condizionalità”

Migranti, sbarcati in 400 ad Agrigento

L'articolo VIDEO | La Fase 2 in musica e versi, gli Amorevero diventano ‘Amorevirus’ proviene da dire.it.

 74 Visualizzazioni

Condividi