Tumore al colon: nuovo farmaco a base di anticorpi monoclonali blocca il cancro senza la chemioterapia

Condividi
Tempo di Lettura: < 1 minuti

Si è trattato di uno studio prospettico di fase 2 in cui il dostarlimab in monoterapia, un anticorpo monoclonale anti-PD-1, è stato somministrato ogni 3 settimane per 6 mesi in pazienti con adenocarcinoma rettale di stadio II o III.


Questo trattamento doveva essere seguito da chemioradioterapia e chirurgia standard; invece, i pazienti che hanno avuto una risposta clinica dopo il completamento della terapia con dostarlimab avrebbero proceduto senza chemioradioterapia e chirurgia.

(Leggi anche: Tumore al colon: svelato per la prima volta come troppa carne rossa modifichi il DNA, sviluppando le cellule cancerose)

Lo studio

Un totale di 12 pazienti hanno completato il trattamento con dostarlimab e sono stati sottoposti ad almeno 6 mesi di follow-up.

Tutti i 12 pazienti hanno avuto una risposta clinica completa, senza evidenza di tumore alla risonanza magnetica, alla valutazione endoscopica, all’esame rettale digitale e anche alla biopsia.

Quindi, dai risultati ottenuti i ricercatori hanno evidenziato come nessun paziente ha dovuto sottoporsi a chemioradioterapia oppure a un intervento chirurgico, e durante il follow-up non sono stati segnalati casi di progressione o recidiva; in più, non sono stati segnalati eventi avversi.

Si tratta di un enorme passo avanti nella ricerca scientifica, che potrebbe cambiare il modo di intervenire e curare i pazienti affetti da questo tipo di tumore aggressivo.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok |   Youtube

Fonte: The New England Journal of Medicine

Ti potrebbe interessare:

 114 Visualizzazioni

Lascia un commento