Tavolo della “Compliance”, Garante del Contribuente in Sicilia “Per un fisco amico”

Condividi

Tempo di Lettura: 2 minuti PALERMO (ITALPRESS) – Trovare soluzione alle questioni chegenerano maggiori difficoltà per i contribuenti e maggiore contenzioso, in modo da non ingolfare la Giustizia tributaria e rendere più snella la riscossione dei tributi connessi. E’ questo l’obiettivo del Tavolo della Compliance, che si è tenuto presso la sala “Giacomo D’Alessandro” della Ragioneria Generale dello Stato, a […]

Loading

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

PALERMO (ITALPRESS) – Trovare soluzione alle questioni che
generano maggiori difficoltà per i contribuenti e maggiore contenzioso, in modo da non ingolfare la Giustizia tributaria e rendere più snella la riscossione dei tributi connessi. E’ questo l’obiettivo del Tavolo della Compliance, che si è tenuto presso la sala “Giacomo D’Alessandro” della Ragioneria Generale dello Stato, a Palermo.
Ad aprire i lavori è stato il Garante del Contribuente per la Regione Sicilia, Gioacchino Puglisi, che ha il compito di tutelare i diritti del contribuente e garantire un rapporto di fiducia tra cittadini e Amministrazione finanziaria. Ringraziando i partecipanti e ricordando l’istituzione del tavolo nel 2017 su proposta dell’UNCAT – Unione Nazionale Camere Avvocati Tributaristi, Puglisi ha ribadito che “il principio cardine di questi tavoli si sussume sull’utilità della ‘compliancè, che deve sussistere tra i Contribuenti e l’Amministrazione finanziaria intesa nel suo complesso, rafforzando con ciò quel momento di confronto esistente tra tutti gli Attori fiscali per il componimento di tutte le fattispecie giuridiche che si manifestano”.
Alla stregua di questo caposaldo, è stato condiviso in sintesi il concetto che “tutto ciò che risulta deflativo del contenzioso tributario sia benvenuto, al fine di non ingolfare le aule delle nuove Corti della Giustizia Tributaria e rendere più snella la riscossione dei tributi connessi. Il tutto in stretta aderenza ai servizi offerti alla platea dei Contribuenti che devono essere i più agevoli possibili al fine di risolvere eventuali discrasie e provvedere al facile e regolare pagamento dei tributi”.
Erano presenti all’incontro per l’Ufficio del Garante del Contribuente per la Regione Sicilia, oltre al garante Gioacchino Puglisi, in qualità di segretario, Fabio Busellini; per l’Unione Nazionale Camere Avvocati Tributaristi, il professore Angelo Cuva; per il Comandante Regionale della Guardia di Finanza, il maggiore Alessandra Arrabito, delegata; per il Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate, Giuseppe Catania, delegato; per la Corte di Giustizia Tributaria di II Grado della Sicilia, il presidente Antonio Novara; per il Direttore Regionale delle Dogane e dei Monopoli, Anna Sottile, delegata; per l’Assessorato all’Economia della Regione Siciliana, Antonino Adragna e Giancarlo Sciuto; per l’Agenzia della Entrate – AdERiscossione, il direttore regionale Gianfranco Cerrato; per il Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palermo, Maria Saia, delegata; per il Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, Antonino Brancato, delegato; per l’Ordine dei Consulenti del Lavoro, il presidente Antonino Alessi ed il tesoriere Salvatore Valenti; per il rettore dell’Università degli Studi di Palermo, il delegato Angelo Cuva; e Salvatore Forastieri, in qualità di Componente dell’Ufficio Studi Angc.
foto ufficio stampa Ufficio Garante del Contribuente per Sicilia
(ITALPRESS).

Loading