Strage nella miniera di carbone russa: un incendio ha ucciso almeno 11 persone e ne ha ferite più di 40

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

Un incendio in una miniera di carbone in Siberia ha ucciso 11 persone e ne ha ferite più di 40.


In Siberia si è appena verificata una strage legata all’estrazione di combustibili fossili. L’ennesima. In una miniera di carbone, dopo lo scoppio di un incendio, hanno perso la vita almeno 10 persone mentre altre 40 sono rimaste ferite. A riportarlo le autorità russe.

Gli sforzi per salvare le persone ancora intrappolate sono stati interrotti giovedì pomeriggio a causa di una minaccia di esplosione e i soccorritori sono stati portati d’urgenza fuori dalla miniera, hanno detto gli amministratori della miniera all’agenzia stampa Interfax. L’incendio è avvenuto nella regione di Kemerovo, nel sud-ovest della Siberia.

L’agenzia di stampa statale russa Tass ha riferito, citando un anonimo funzionario dell’emergenza, che la polvere di carbone avrebbe preso fuoco, mentre il fumo avrebbe rapidamente riempito la miniera di Litsvyazhnaya attraverso il sistema di ventilazione.

Un totale di 285 persone erano nella miniera al momento dell’incidente: 239 di loro sono state evacuate e altri 46 minatori sono ancora intrappolati sottoterra, ha detto il governatore di Kemerovo Sergei Tsivilyov sulla sua pagina sull’app di messaggistica Telegram.

Tsivilyov ha dichiarato in un altro post di Telegram che un totale di 49 persone con ferite hanno cercato assistenza medica. In precedenza aveva segnalato un bilancio di 60 feriti, senza fornire alcuna spiegazione per la revisione. Ora il comitato investigativo russo ha avviato un’indagine penale sull’incendio con l’accusa di violazione delle norme di sicurezza che hanno portato alla morte delle vittime.

Non è la prima volta che accade, anzi. Già nel 2016, 36 minatori sono stati uccisi in una serie di esplosioni di metano in una miniera di carbone nell’estremo nord della Russia. Sulla scia dell’incidente, le autorità avevano analizzato la sicurezza delle 58 miniere di carbone del P, dichiarandone 20, ovvero il 34%, potenzialmente pericolose. Ma la miniera Listvyazhnaya nella regione di Kemerovo non era tra queste all’epoca.

Fonte: BBC/Reuters

Leggi anche:

Se in Siberia cade neve nera (e le città nel mondo si blindano per il troppo inquinamento)

 38 Visualizzazioni

Lascia un commento