Sinner sempre numero 10 Atp, best ranking per Agamenone

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

ROMA (ITALPRESS) – Franco Agamenone e Giulio Zeppieri non avevano mai vissuto una settimana di tennis come quella appena conclusa. Sulla terra di Umago, dove si è svolto un torneo Atp 250, il 29enne italo-argentino e il 20enne di Latina hanno vissuto l’emozione della prima vittoria nel circuito, andando poi ben oltre a ciò con la conquista della semifinale sul “rosso” croato. Entrambi si sono dovuti poi arrendere ad avversari di un livello e una classifica superiori (rispettivamente al numero 1 d’Italia Jannik Sinner, poi campione ad Umago, e allo spagnolo Carlos Alcaraz, fresco di best ranking al numero 4) ma il ricordo di una settimana così speciale resterà impresso per molto tempo nelle loro memorie.
Come ciliegina sulla torta è arrivato per tutti e due gli azzurri il miglior risultato in classifica delle rispettive carriere: Agamenone, dopo l’ultimo aggiornamento da parte dell’Atp, ha compiuto un balzo di 28 posizioni e si trova adesso alla numero 108 (a soli 26 punti dall’ingresso in top-100); ancor più importante la scalata di Zeppieri, che sale 32 gradini e va a sedersi per la prima volta sul 136esimo del ranking.
Il trofeo di Umago è finito nelle mani di Sinner, che si trova sempre saldamente al numero 10 Atp e adesso a sole 50 lunghezze di distanza dal canadese Felix Auger-Aliassime, che lo precede. L’altoatesino è così diventato il secondo italiano in fila a vincere un titolo nel circuito maggiore, avendo seguito a ruota il trionfo di Lorenzo Musetti al “500” di Amburgo. Il 20enne di Carrara, eliminato al secondo turno ad Umago da Marco Cecchinato (da questo lunedì al numero 140 del ranking), ha comunque visto proseguire l’onda di entusiasmo dopo la vittoria del primo trofeo Atp in terra tedesca, rosicchiando un’altra posizione e facendo registrare un nuovo miglior record personale in classifica al numero 30.
La serie di best ranking raggiunti dai giocatori azzurri questa settimana non è finita qua, perchè lo scorso weekend si è giocato anche il Challenger di San Benedetto del Tronto e ad avere la meglio nell’atto finale è stato Raul Brancaccio ai danni di Andrea Vavassori. Entrambi hanno anche concretizzato l’ottimo torneo disputato con i rispettivi record personali in classifica, precisamente al numero 206 e al numero 210.
Tutto immutato sul podio iridato: comanda il russo Daniil Medvedev, seguito dal tedesco Alexander Zverev e dallo spagnolo Rafael Nadal. A ruota, Alcaraz ha passato Tsitsipas, sceso al quinto posto; mentre Djokovic ha sorpassato Ruud, sceso in settima posizione.


Questa la nuova classifica Atp:

1. Daniil Medvedev (Rus) 7625 (–)
2. Alexander Zverev (Ger) 6850 (–)
3. Rafael Nadal (Esp) 6165 (–)
4. Carlos Alcaraz (Esp) 5035 (+1)
5. Stefanos Tsitsipas (Gre) 5000 (-1)
6. Novak Djokovic (Srb) 4770 (+1)
7. Casper Ruud (Nor) 4685 (-1)
8. Andrey Rublev (Rus) 3575 (–)
9. Felix Auger-Aliassime (Can) 3445 (–)
10. Jannik Sinner (ITA) 3395 (–)

Così gli altri italiani:

14. Matteo Berrettini 2430 (–)
30. Lorenzo Musetti 1297 (+1)
55. Fabio Fognini 811 (-1)
56. Lorenzo Sonego 810 (+2)
108. Franco Agamenone 500 (+28)
136. Giulio Zeppieri 407 (+32)
138. Flavio Cobolli 401 (-5)
140. Marco Cecchinato 399 (+11)
147. Francesco Passaro 385 (-3)

– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).

 150 Visualizzazioni