Scoperta in Cile una nuova specie di dinosauro dalla coda “bizzarra”

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

I fossili trovati in Cile risalenti a circa 72 milioni/75 milioni di anni fa provengono da una strana specie di dinosauro delle dimensioni di un cane che aveva un’unica arma a coda tagliente


Una “bizarre tail weaponry”, come dicono gli studiosi che l’hanno scoperto: una coda con sette paia di “lame” disposte lateralmente, quella di una nuova specie di dinosauro, piccolo quanto un cane ed erbivoro, scoperta in Cile.

La nuova specie scoperta è stata descritta in uno studio sulla rivista Nature e la sua, dice l’autore principale dello studio Alex Vargas, paleontologo dell’Università del Cile, è qualcosa di simile a un’arma da taglio usata dagli antichi Aztechi.

Leggi anche: Il gufo preistorico esiste: scoperto un dinosauro con vista e udito notturni spiccatissimi

È un’arma davvero insolita. I libri sugli animali preistorici per i bambini dovranno aggiornarsi e aggiungere questa strana coda.

Questa insolita creatura erbivora presenta una combinazione di tratti di diverse specie che inizialmente ha fuorviato gli studiosi. La parte posteriore, compresa la coda, sembrava simile a quella di uno stegosauro, per questo è stato chiamato  chiamarono Stegouros elengassen. Ma in seguito all’analisi di alcuni frammenti di cranio e cinque diverse esami del DNA, hanno concluso che si tratta invece di un raro esemplare della famiglia degli anchilosauri dellìemisfero meridionale. Una famiglia di dinosauri corazzati simili a carri armati (anche se il nome Stegouros è rimasto e può essere facilmente confuso con il più noto stegosauro).

Il ramo perduto della famiglia degli anchilosauri, lo definisce Vargas.

I reperti fossili risalgono a circa 72 milioni/75 milioni di anni fa e, in base a come le ossa sono fuse, sembrano appartenere a un esemplare adulto. È stato trovato con la sua parte anteriore piatta sulla pancia e l’estremità posteriore verso il basso. Dal muso simile a un uccello alla punta della coda, lo stegouros misurava probabilmente circa due metri di lunghezza e in altezza arrivava solo fino alle cosce degli umani. La temibile coda era un’arma di difesa contro i grandi predatori, che probabilmente erano dissuasi anche dalle ossa sporgenti simili a corazze che rendevano lo stegouros non particolarmente appetibile.

Non solo si tratta di una coda davvero bizzarra, ma proviene dall’estremo sud del Cile, una regione in cui questi animali non erano mai stati trovati prima, conclude Kristi Curry Rogers, biologa del Macalester College, che non ha preso parte allo studio.  

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

Fonte: Nature

Leggi anche:

 90 Visualizzazioni

Lascia un commento