Sarà Taormina la prima Smart City italiana

Condividi
Tempo di Lettura: 3 minuti

T.net Spa e il Comune della città siciliana presentano “Taormina City Tech”, primo prototipo in Italia di città turistica digitale.
I lavori per sviluppare un ecosistema intelligente sono già iniziati e garantiranno, entro la fine dell’anno, una esperienza di vita Smart a cittadini, clienti e turisti


Sarà una piccola grande Smart City, la prima nel nostro Paese, in uno dei centri turistici internazionali di maggiore rilievo a livello nazionale, la splendida città siciliana di Taormina. Conosciuta, fino ad oggi, per il suo paesaggio meraviglioso, le bellezze marine e i monumenti storici.

In occasione della tre giorni di “Catania 2030: Green Expo del Mediterraneo”, T.net Spa, PMI innovativa fondata nel 2002 e specializzata in sensoristica IoT e trasformazione digitale, e il Comune di Taormina (ME) presentano ai rappresentanti delle Istituzioni, agli esperti del settore e ai tanti visitatori della fiera il progetto futuristico “Taormina City Tech”, primo prototipo in Italia di città turistica digitale.

I lavori per l’installazione dei sensori, la connessione con il middleware sviluppato da T.net e la creazione del Centro Operativo Comunale per il monitoraggio e la gestione della città e quindi per sviluppare a Taormina un ecosistema intelligente, che offra una esperienza di vita Smart a cittadini, clienti e turisti, sono già cominciati da tempo e al più tardi entro la fine dell’anno saranno completati.

Taormina sarà dunque a breve una città connessa in grado di fornire servizi smart per la pubblica amministrazione, i cittadini e i turisti. A partire dalla smart mobility e lo smart parking, con il calcolo dei tempi di attesa al casello autostradale, dei tempi di percorrenza dall’autostrada al centro cittadino, la segnalazione dei parcheggi disponibili e i tempi di attesa per il servizio turistico della funivia, la gestione della ZTL e la segnalazione di situazioni critiche o di rischio. Ci saranno sistemi di illuminazione smart e sistemi di monitoraggio intelligente per l’inquinamento e i rifiuti.

Si tratta del primo prototipo di Smart City Block, applicato su un’area cittadina di 2Kmx2Km, che potrà essere facilmente replicato anche in altre città, anche di grandi dimensioni, e in altri contesti e, in quanto aperto, potrà essere arricchito ed integrato all’occorrenza con ulteriori servizi, i cosiddetti microservizi cloud, che vanno dallo smart retail ai servizi di sanità, come gli strumenti di smart health, e molto altro ancora.

Dal punto di vista tecnologico, il sistema smart di Taormina City Tech è stato progettato in particolare puntando sull’innovatività della soluzione 5Ghz (da non confondere con il 5g della telefonia mobile e cellulare, che è altra cosa) che prevede la realizzazione della rete IoT (Internet of Things) e di un corridoio C-V2X (vehicle-to-everything) per i veicoli connessi “CAV” (Connecteted Autonomous Vehichle), in grado di migliorare significativamente, in tempo reale, la comunicazione intermodale e l’esperienza di viaggio.

“Taormina è amatissima da residenti e visitatori – ha dichiarato il Sindaco della città, Mario Bolognari – ma è ancora soggetta ai disagi del traffico veicolare e deve gestire diverse complessità relative all’illuminazione pubblica, i consumi, l’inquinamento e i rifiuti. Grazie a questo progetto innovativo e alla collaborazione dei cittadini, stiamo innescando un processo virtuoso che, oltre ai risvolti sociali e ambientali, porterà benefici anche alla casse comunali in termini di risparmio e ottimizzazione delle risorse”.

Rendere una città straordinaria come Taormina la prima Smart City in Italia è una sfida che abbiamo accolto da subito con entusiasmo e determinazione – ha dichiarato Francesco Mazzola, CEO di T.net –. Lo abbiamo fatto e lo stiamo facendo utilizzando tecnologie IoT innovative e modulari, replicabili in altri contesti e ampliabili con ulteriori servizi. Ci teniamo a ringraziare il Sindaco di Taormina per la fiducia e la cittadinanza per la collaborazione”.

***

T.net S.p.A.

T.net è una PMI innovativa fondata nel 2002 da Elisa Giacone e Francesco Mazzola, attuale Presidente e CEO. E’ un system integrator e fornitore di servizi innovativi, impegnato nella trasformazione digitale di organizzazioni complesse. Porta la tecnologia nell’ambiente quotidiano delle persone in modo semplice, sicuro ed efficiente, con soluzioni su misura e applicazioni software in grado di adattarsi all’evolversi delle situazioni. E’ una “Innovation Factory” che porta nelle aziende e nella Pubblica Amministrazione le tecnologie più avanzate e i sistemi di sicurezza più affidabili. E’ in grado di ingegnerizzare soluzioni eterogenee integrando applicazioni in Cloud, reti Intelligenti di ultima generazione, sensoristica IoT e competenze sulla data protection e la cybersecurity. T.net è un’eccellenza tecnologica, sia che si parli di una Rete IoT per il benessere degli anziani, sia che si debbano sviluppare delle applicazioni di mobilità avanzata per le Città e le Strade del domani, le cosiddette Smart Cities e Smart Road, e per molto altro. Tra i soci, oltre al CEO Francesco Mazzola (che riveste anche l’incarico di Senior Innovation Manager del MiSE e di membro senior di IEEE, Institute of Electrical and Electronics Engineers), Elisa Giacone (Amministratore Unico di Antonvictor Investment) ed EIT Digital (Organizzazione per l’innovazione digitale e l’educazione imprenditoriale dell’European Institute of Innovation and Technology), anche Ossama Bessada (CEO di Quaenet Inc, già Chief Commercial Officer di Orascom Telecom Holding S.A.E. e di Wind Telecom S.p.A.).

 461 Visualizzazioni