Romagnoli “Nesta unico”, Vecino “Lazio in Champions”

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

ROMA (ITALPRESS) – “Purtroppo in determinati momenti questa squadra in passato non è riuscita a tenere alta l’attenzione. Romagnoli e Vecino ci aiuteranno a migliorare anche sotto questo aspetto”. Parola di Claudio Lotito, presidente della Lazio, intervenuto nella conferenza stampa di presentazione di Alessio Romagnoli e Matias Vecino. Sono loro adesso le “solide realtà” della squadra di Sarri. Ruoli diversi, ma in comune l’esperienza e la stessa voglia di rilancio dopo stagioni difficili a Milano, rispettivamente in rossonero e in nerazzurro. “Voglio giocare di più rispetto all’anno scorso e arrivare in Champions League”, dice Romagnoli che parla già da leader, forte di una maglia numero 13 che in casa Lazio non sarà mai banale. Il pensiero va ovviamente ad Alessandro Nesta, ma Romagnoli frena: “E’ imparagonabile, nessuno sarà mai come lui, è stato il mio punto di riferimento sin da bambino. E questo è uno step importante per la mia carriera, ho coronato un sogno”. Da Pioli a Sarri. L’impatto è buono: “Il suo calcio si adatta meglio alle mie caratteristiche perchè è più tattico. Sto bene, mi sento meglio a livello fisico rispetto a qualche tempo fa”.
L’accoglienza dei tifosi il giorno delle visite mediche è “un’emozione forte, ci supportano sempre: adesso toccherà a me, a noi, ricambiare tutto questo affetto”. Se Romagnoli parte titolare nelle gerarchie di Sarri, Matias Vecino dovrà sudare per guadagnarsi una maglia. “Il mio obiettivo è tornare a sentirmi un giocatore importante e utile, ho fame e voglia, il tecnico mi stima tanto e ritengo sia l’ambiente ideale. Abbiamo le carte in regola per fare grandi cose”, spiega il centrocampista ex Inter. A Formello trova Milinkovic-Savic, oltre a Luis Alberto, Basic, Marcos Antonio e Cataldi: “Il centrocampo della Lazio è molto forte, sono approdato in una grande squadra, voglio dare il mio apporto. Ho ritrovato lo stesso Sarri di Empoli”. Oggi Vecino si è unito al gruppo in allenamento, dopo la bella accoglienza di lunedì in occasione delle visite mediche: “L’impatto è stato molto buono, conoscevo molti nuovi compagni senza aver giocato prima con loro. Qualche anno fa avevo lavorato con Sarri, le mie caratteristiche sono note, sono a sua disposizione”.
Anche l’uruguaiano, che in Italia ha vestito le maglie di Cagliari, Empoli, Fiorentina e Inter, ha le idee chiare sugli obiettivi: “Credo che questa squadra possa fare bene e arrivare in Champions League”. Giorno di doppia seduta per la Lazio a Formello. Domani, in conferenza stampa alle 16:00, sarà il turno di altri tre nuovi acquisti: Luis Maximiano, Mario Gila e Marcos Antonio.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).


 178 Visualizzazioni