Primo governo regionale giallo-rosso in Puglia, eletti Capone (Pd) presidente e Casili (M5s) vicepresidente

Condividi
Tempo di Lettura: 3 minuti

consiglio regionale puglia

"State commettendo il classico errore della vecchia politica" aveva detto in lacrime ai colleghi l'ex candidata del M5s Antonella Laricchia

Share on facebook

Share on twitter

Share on whatsapp

Share on email

Share on print

BARI –Loredana Capone, esponente Pd ed ex assessora regionale al Turismo della Regione Puglia, è la nuova presidente del Consiglio regionale. Lo ha decretato l’Aula. Capone è stata eletta con 32 voti favorevoli, 18 schede bianche e una nulla.

VOTO PRESIDENZA CONSIGLIO: CENTRODESTRA SI ASTIENE

“Si può fare la storia del Consiglio se eleggiamo Loredana Capone come nuovo presidente di questa assise”. Così Filippo Caraccciolo, capogruppo consiliare del Pd ha esordito nel suo intervento in Aula nel corso della prima seduta del Consiglio regionale pugliese. “Capone ha le caratteristiche necessarie per ricoprire la carica di presidente dell’assise regionale”, ha aggiunto. Qualità riconosciute anche da Fratelli di Italia che però non parteciperà al voto perché “il nostro gruppo non è stato coinvolto e mi auguro sia solo la prima e ultima mancanza da parte della maggioranza”, ha detto il capogruppo Ignazio Zullo.

Sulla stessa linea la Lega che con Davide Bellomo ha rimarcato “la necessità di collaborare e condividere, specie decisioni di garanzia istituzionale” e con essa l’astensione al voto. Pari posizione per il gruppo di Forza Italia che con Giandiego Gatta chiede “vengano colmati alcuni vulnus che hanno caratterizzato la passata legislatura. Pur certo che la eligenda Capone potrà essere garanzia per le Istituzioni”. Astenuto anche il gruppo “la Puglia domani” che sosteneva Fitto.

CASILI (M5S) E DE LEONARDIS (FDI) VICEPRESIDENTI CONSIGLIO

Cristian Casili (M5S) e Giannicola De laoenardis (FdI) sono i vicepresidenti del Consiglio regionale pugliese. Sono stati rispettivamente eletti con 30 e 16 voti. Si registra un astenuto e quattro schede bianche.

LEGGI ANCHE: Fitto si è dimesso dal Consiglio regionale pugliese, al suo posto Conserva della Lega

LARICCHIA IN LACRIME AI COLLEGHI M5S: “FATE ERRORE VECCHIA POLITICA”

“Continuerò in piena trasparenza e lealtà a ostacolare questo percorso. Perché dico ai miei quattro amati colleghi che state commettendo il classico errore della vecchia politica che entra dicendo delle cose e poi sedendosi su questi scranni se ne fanno altre. State tradendo il voto dei cittadini che ci hanno permesso di sedere qui”. Lo aveva detto con la voce rotta dall’emozione Antonella Laricchia, ex candidata presidente del M5s, dopo che in Aula il capogruppo Pd, Filippo Caracciolo aveva annunciato la proposta condivisa dalla maggioranza di candidare “Cristian Casili (M5s) alla vicepresidenza di questa Aula alla luce un accordo politico e programmatico con i cinque stelle”.

PENTASTELLATI CON MAGGIORANZA PER CASILI VICEPRESIDENTE

Laricchia è intervenuta dopo che la collega di partito Grazia Di Bari ha annunciato il voto favorevole a Casili. “Avrei votato per Cristian ma dalla opposizione, nel rispetto dell’articolo 27 del regolamento e stavo lavorando per questo ma dopo la prima telefonata con un collega dell’opposizione, mi è stato chiesto di non andare oltre perché non volevano disturbare la trattativa con Emiliano – ha aggiunto Laricchia – i temi e i programmi possono essere anche condivisi da opposizione e in trasparenza” “Il tradimento mi fa male, mi dispiace perché sta spaccando il fronte dei nostri attivisti che hanno garantito il nostro ritorno qui e che questa scelta sta disonorando”.

CASILI (M5S): È MOMENTO DELLA RESPONSABILITÀ

“Il gruppo ha deciso di fare un percorso su temi, punti e programmi e su questo vogliamo vivere i prossimi giorni. Non voltiamo le spalle a nessuno ma vogliamo dimostrare quanto proficuo e’ questo percorso di responsabilità nei confronti dei cittadini pugliesi specie in questo periodo storico cosi’ difficile”. Lo ha detto Cristian Casili consigliere regionale del M5s in Puglia e candidato vicepresidente dell’Assemblea, intervenuto nel corso dei lavori subito dopo le critiche e le accuse rivolte a lui e al resto dei colleghi pentastellati di Antonella Laricchia, ex candidata alla presidenza della Regione per il Movimento. “Sarebbe stato comodo per me, Marco Galate, Grazia Di Bari e Rosa Barone urlare dall’opposizione – ha continuato Casili – ma e’ il momento della responsabilita’. Sia chiaro: non ci sono inciuci. Abbiamo fatto due incontri con il presidente Emiliano in cui ci siamo chiesti se potevamo fare un percorso comune in favore dei pugliesi. E dopo l’apertura di Emiliano abbiamo deciso”. Parole che sono state pronunciate dopo che Laricchia ha evidenziato il dispiacere provato perche’ “i miei colleghi mi hanno tenuto nascoste riunioni e incontri e che abbiano agito alle mie spalle”.

Share on facebook

Share on twitter

Share on whatsapp

Share on email

Share on print

Leggi anche:


consiglio regionale puglia


Primo governo regionale giallo-rosso in Puglia, eletti Capone (Pd) presidente e Casili (M5s) vicepresidente


Raffaele Fitto e Giorgia Meloni_Giacomo Conserva e Matteo Salvini


Fitto si è dimesso dal Consiglio regionale pugliese, al suo posto Conserva della Lega


carabinieri


Legionella al Policlinico di Bari, due padiglioni sequestrati e 5 indagati


set 'State of Consciousness' con Emile Hirsch


Prima foto dal set di ‘State of Consciousness’ con l’attore Emile Hirsch


movida_assembramento


Lo studio del Cnr: “Il Coronavirus resta nell’aria solo negli assembramenti”


speranza


Confermate le misure anti-Covid per Calabria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta

L'articolo Primo governo regionale giallo-rosso in Puglia, eletti Capone (Pd) presidente e Casili (M5s) vicepresidente proviene da dire.it.

Da Dire.it

 113 Visualizzazioni