Prima di accendere i riscaldamenti non dimenticare di fare quest’operazione che in troppi sottovalutano

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

In gran parte dell’Italia le temperature sono calate bruscamente negli ultimi giorni. è arrivato il momento di riaccendere i termosifoni, anche se chi ha i riscaldamenti centralizzati dovrà rispettare il calendario nazionale.
Ma affinché i radiatori siano al massimo della loro efficienza, è molto importante effettuare una semplice operazione che non dovrebbe essere sottovaluta: ovvero procedere con lo sfiatamento.


Questo perché nei termosifoni rimasti inutilizzati per diversi mesi, è presente un accumulo di aria, che ne ostacola il corretto funzionamento. Si tratta di un procedimento molto semplice, che richiede qualche minuto. Scopriamo come sfiatare i termosifoni.

Sfiatare i termosifoni: i passaggi da seguire 

Occorrente

Per quest’operazione servono:

  • una chiave per aprire le valvole di sfiato dei radiatori
  • un panno e un secchi per raccogliere l’acqua che gocciola

Come procedere 

  1. Per prima cosa bisogna assicurarsi che l’impianto di riscaldamento sia spento e che tutte le valvole del termostato siano aperte. Per aprire al massimo tutti i radiatori basta girare la manopola (termostato), che si trova in alto sul calorifero in corrispondenza del tubo di rame che esce dal muro.  
  2. Il secondo passaggio consiste nell’aprire lentamente la valvola di sfiato dei termosifoni. Questa valvola  La valvola generalmente si trova nella parte alta del termosifone sul lato opposto al termostato. Per aprirla sarebbe meglio utilizzare l’apposita chiave data in dotazione col termosifone. Se non l’avete a disposizione potete acquistarla in una ferramenta o un negozio di idraulica. Usate la chiave per aprire la valvola girandola pian piano in senso antiorario. Così facendo, l’aria inizierà a fuoriuscire insieme ad alcune goccioline d’acqua. Proseguite ad aprire fino a quando il getto non sarà più forte.

  3. Adesso è il momento di richiudere la valvola di sfiato. Quando il getto d’acqua è diventato uniforme significa che non c’è più aria. A questo punto è possibile richiudere la valvola ruotandola nel verso opposto a quello di apertura.

  4. Ora controllate la pressione della caldaia. L’ago del manometro deve trovarsi tra 1 e 2 bar. Nel caso in cui l’ago dovesse segnare una cifra superiore a 2, significa che i termosifoni non sono stati spurgati completamente. 

  5. Infine, riaccendete la caldaia e verificate il corretto funzionamento dei termosifoni. 

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Leggi anche: 

 

 

 

 

 40 Visualizzazioni

Lascia un commento