Pioli sicuro “Anche il Milan più forte di un anno fa”

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

MILANO (ITALPRESS) – “E’ stata un’estate bellissima, da provare a ripetere”. Stefano Pioli e il suo Milan ci hanno preso gusto: a una settimana dall’inizio del campionato, i rossoneri mettono in chiaro che quello scudetto sul petto vogliono tenerselo stretto. “Per vincere serve talento, per ripetersi serve carattere – sottolinea il tecnico in un’intervista alla ‘Gazzetta dello Sport’ – E poi confesso: un anno fa non credevamo solo di poter migliorare la classifica della stagione precedente. Già dal primo giorno pensavamo di poter vincere. Quest’anno motivare il gruppo sarà più facile: dobbiamo avere passione, entusiasmo, voglia di crescere, loro come squadra e io come allenatore. Lotteremo per difendere lo scudetto, in Champions per migliorarci”. Il mercato delle rivali non preoccupa Pioli perchè “noi per primi siamo più forti di un anno fa. Puoi comprare i migliori giocatori ma la differenza la fanno l’organizzazione, la voglia, lo spirito. L’anno scorso mi pareva strano non ci tenessero in grande considerazione, non l’ho sofferto ma l’ho sfruttato a nostro favore”. Sarà una stagione anomala, col Mondiale in mezzo e una lunga sosta. “Sarà un’altra corsa lunga e difficile, ancora più equilibrata: sarà difficile ripetere un punteggio alto perchè tante squadre si toglieranno punti tra loro – prosegue Pioli – Sono preoccupato dall’Atalanta, che per la prima volta non ha le coppe. E ci sono tante squadre forti, anche la Fiorentina che è ben allenata”. Il tecnico si gode De Ketelaere (“da quello che ha detto si vede che è molto intelligente, che capisce di calcio. E poi ha grande talento. Ci sono aspettative importanti ma è giusto dargli tempo”) e aspetta Ibra: “Zlatan non c’è ma c’è, perchè è sempre in contatto con tutti. E’ un campione che può ancora fare la differenza: prima deve stare bene, nel finale della scorsa stagione ha fatto dei sacrifici pazzeschi. Ha tecnica e intelligenza superiori ma soprattutto ha ancora tanta fame”. Sul fronte mercato, fiducia sul rinnovo di Leao (“Non sono affatto preoccupato dalle vicende contrattuali, si è vede che è felice di stare con noi”) ma non solo: “Sulla carta mancano due ruoli, il difensore e il centrocampista. Non vogliamo sostituire chi se ne è andato con dei sosia, anche perchè un altro Kessie non c’è. Ci servono due caratteristiche: esplosività e intelligenza. Con un progetto sostenibile abbiamo dimostrato di poter vincere”.
– foto Image –
(ITALPRESS).


 130 Visualizzazioni