Philip Guardione, lo chef che ha conquistato l’America con i suoi ristoranti siciliani

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

Un successo siciliano: la storia di Philip Guardione.

  • È partito dalla Sicilia e ha creato un vero e proprio impero di ristoranti negli Stati Uniti.
  • Nei suoi menù, la cucina siciliana è una grande protagonista.
  • Il suo ristorante “Piccola Cucina” è stato incoronato da TripAdvisor come uno dei migliori di New York.

È nato a Catania e cresciuto fra la Sicilia e la Svizzera. Ha studiato all’alberghiero di Giarre e, in seguito, ha rapidamente scalato la vetta del Four Seasons di Milano, passando da commis a capopartita in 6 anni. Si è spostato a Parigi, al Carpaccio e al Taillevent. Dopo essere tornato a Milano è partito alla volta degli States. E lì il siciliano Philip Guardione ha dato vita al sogno americano, con Piccola Cucina Enoteca, il suo primo locale a New York, a Soho. Gli esordi non sono stati facili. Proponeva una cucina gourmet, che però non funzionava, quindi è passato alle proposte della cucina siciliana. Pian piano, tra arancini e pasta alla Norma, le cose hanno iniziato ad andare nel verso giusto.


Guardione ha aperto un altro ristorante, nei pressi del primo. Poi è arrivata Piccola Cucina Estiatorio, nel 2014. Tutti i locali hanno riscosso grande successo, rimanendo in testa nelle classifiche di TripAdvisor. La crescita dello chef siciliano non si è fermata qui, perché ha aperto anche Piccola Cucina Ibiza, seguita da Piccola Cucina at Ox Pasture, non lontano dal parco di Yellowstone, nel Montana. Nel 2020, con Piccola Cucina Uptown, ha scelto di nuovo New York, di fronte al Central Park. Per quanto riguarda i prodotti, ad esempio, Philip Guardione propone i gamberi di Mazara, che fa spedire da un fornitore siciliano, ma anche i vini siciliani. Nei suoi ristoranti ci sono oltre 100 dipendenti. Adesso vorrebbe aprire una Piccola Cucina anche in Italia.

La cucina isolana è molto amata all’estero e le sue proposte richiamano sempre le sue origini. Guardione, inoltre, si fa promotore di iniziative molto particolari, come l’Arancino day o il Cannolo Day. I riconoscimenti per la sua attività non sono mancati nel corso del tempo e i tanti clienti apprezzano i suoi piatti. Anche TripAdvisor ha incoronato il suo “Piccola Cucina” come uno dei migliori ristoranti di New York. La storia di Philip Guardione è un bellissimo esempio di come seguendo i propri sogni si possa andare lontano e di come la Sicilia riesca sempre a conquistare tutti, grazie alla sua tradizione.

L'articolo Philip Guardione, lo chef che ha conquistato l’America con i suoi ristoranti siciliani sembra essere il primo su Siciliafan.

Da Sicilia Fan

 212 Visualizzazioni