L’omofobia non esiste ma la ricerca dell’etichetta è sport nazionale

Condividi

É successo da ultimo con i fatti di Caivano e nulla fa pensare che sarà l’ultima volta

Share on facebook

Share on twitter

Share on whatsapp

Share on email

Share on print

NAPOLI – Alzi la mano chi si riconosce come omofobica o omofobico. Facile ritenere che nessun dito sarà sollevato. Eppure il dito puntato verso ciò che è altro da quello che noi riteniamo essere, assumendo inoltre di essere nel giusto, è una prassi. E se talvolta non è un dito sono allusioni, perchè l’etichetta sul prodotto ci sta bene. Va apposta. E con essa va apposto tutto il retroscena, la filiera insomma. Da dove arriva, come cresce, che viaggio percorre prima di essere confezionato e poi essere assaggiato. E se piace, finire in pasto. E’ successo da ultimo con i fatti di Caivano e nulla fa pensare che sarà l’ultima volta. Ancor più se la stampa si interessa alla narrazione delle relazioni diverse da quelle eterosessuali solo se ascrivibili a vicende di cronaca nera o di rivalsa. Nella sala del consiglio comunale di Potenza quando un consigliere di maggioranza ha dichiarato che “l’omosessualità è contro natura” a metterci la voce e la faccia c’era sì lui, ma dietro si evidenzia tutto quello che ha fatto, o meglio non ha fatto, il giornalismo in Italia per rendere non strumentalizzabili, indiscutibili, le scelte intime di ognuno di noi. Quindi piuttosto che commentare tutto meglio sipario e sordina, che tante volte aiutano anche i rappresentanti di partito a non essere discordanti fra quel che professano durante i comizi e quel che dichiarano il giorno dopo le disgrazie. Di omofobia, incoerenza e qualunquismo il tempo presente è colmo. Ed anche un po’ la misura.

Share on facebook

Share on twitter

Share on whatsapp

Share on email

Share on print

Leggi anche:




L’omofobia non esiste ma la ricerca dell’etichetta è sport nazionale


consulta


Consulta, anche basta con la regola del più anziano


stadio_olimpico_roma


Riaprite gli stadi. Ora, o dite che saranno chiusi tutta la stagione




Gel, mascherine e referendum, il costo della democrazia lo paga sempre la scuola


PUTIN LUKASHENKO


Cosa rischia l’Europa in Bielorussia




L’amore dei M5s per il tonno in scatola

L'articolo L’omofobia non esiste ma la ricerca dell’etichetta è sport nazionale proviene da dire.it.

 94 Visualizzazioni

THEOplayer 2.X: Getting Started