Libri, esce “Café Ida. Una saga dalla Ciociaria alla Scozia” di Alberta Riccardi

Condividi
Tempo di Lettura: < 1 minuto

ROMA (ITALPRESS) – “Café Ida. Una saga dalla Ciociaria alla Scozia” (Piemme) è il titolo del primo romanzo di Alberta Riccardi, nata a Roma, dove vive e lavora. Due figlie, un marito e un cane, ha da sempre la passione per la scrittura, cui si è aggiunta nel tempo quella per la sceneggiatura. Un romanzo intenso e potente, una storia di fughe e di ritorni dove la ricerca della libertà si scontra e si intreccia con la necessità di chiamare un luogo casa.
Il suono potente della parola “libertà” riecheggia nella mente di Giovanni che non riesce ad afferrarne completamente il significato. Che bisogno possono avere loro, i Datti di Lanza, padroni in quella terra di Ciociaria in cui tutti si spaccano la schiena nei campi appartenenti ad altri, di essere liberi? È più comprensibile che sia il suo amico Nevio, penultimo dei sei figli di una famiglia contadina, a voler fuggire dal giogo di un destino già deciso, alla fatica e alla vita identica a quella dei suoi cari. E infatti Nevio parte per la Scozia per scrollarsi di dosso la povertà e costruirsi un futuro. Per questo Giovanni non ha paura quando scopre di doversi trasferire con i genitori proprio in Scozia. La dolorosa separazione dal nonno tanto amato è attenuata dalla certezza di rivedere l’amico. La Scozia che gli appare davanti agli occhi dopo il lungo viaggio, però, nulla ha a che fare con il paradiso di cui parlavano in paese. È una terra fredda, dura, inospitale, per un ragazzino che si ritrova improvvisamente capofamiglia, senza soldi e con un alto lignaggio che è diventato carta straccia.
(ITALPRESS).
– foto copertina libro “Café Ida” –

Loading

Lascia un commento