L’alcol è cancerogeno: studio conferma che il suo consumo è causa diretta di diversi tumori

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

Una nuova ricerca ha confermato il legame tra cancro e consumo di alcol: tutto dipenderebbe da fattori genetici


Un ampio studio genetico che ha analizzato circa 150.000 soggetti per oltre un decennio, ha affermato il nesso diretto tra il consumo di alcolici e lo sviluppo del cancro. I risultati collegano in particolare i tumori esofagei, i tumori al cervello e del collo con il consumo di alcolici. Sebbene i ricercatori abbiano indicato per molti anni le associazioni tra alcol e cancro, è stato difficile capire esattamente in che modo questo provoca direttamente la malattia, in contrasto con molti altri fattori legati allo stile di vita che coincidono con il consumo di alcol. Infatti, spesso il consumo eccessivo di alcol è associato a una dieta scorretta, al fumo e alla mancanza di esercizio, tutti fattori che aumentano il rischio di tumori. 

Lo studio

Questo nuovo studio ha adottato un nuovo approccio per capire il legame alcol-cancro, concentrandosi su varianti genetiche note per essere associate a livelli più bassi di consumo di alcol. È noto che due varianti genetiche comuni riducono la tollerabilità di una persona all’alcol, poiché riducono la capacità di una persona di scomporre l’acetaldeide, una molecola tossica prodotta quando il corpo metabolizza l’alcol.

Lo studio ha esaminato i dati genetici di 150.000 soggetti cinesi; la coorte ha completato diversi sondaggi che hanno delineato le loro abitudini di consumo di alcol e i loro dati sanitari generali. La valutazione delle abitudini di consumo soggettive ha confermato che i soggetti con i geni di bassa tollerabilità all’alcol consumavano significativamente meno alcol rispetto a quelli senza le varianti geniche. In generale, i soggetti con una o due copie di una delle due varianti genetiche hanno un rischio di cancro inferiore del 13-31%. In particolare, i tumori noti per essere collegati all’alcol, come quello alla testa, collo, esofago, colon, retto e fegato, sono stati rilevati con tassi elevati in coloro che bevevano più bevande alcoliche.

Quindi, la ricerca ha rilevato che coloro con almeno una copia di una variante a bassa tollerabilità all’alcol che bevevano alcolici regolarmente, mostravano tassi più elevati di tumori della testa e del collo, e tumori esofagei. Ciò indica che l’incapacità di scomporre l’acetaldeide può essere direttamente collegata a un aumento del rischio di cancro.

Questi risultati indicano che l’alcol provoca direttamente diversi tipi di cancro, e che questi rischi possono aumentare nelle persone con bassa tollerabilità alcolica ereditaria, che non possono metabolizzare correttamente le bevande alcoliche. In conclusione, questa ricerca mostra che vi è un legame forte tra alcol e cancro, ma secondo i ricercatori le nuove scoperte sono connesse alle varianti genetiche studiate nelle popolazioni asiatiche, quindi sono necessari ulteriori studi per convalidare l’associazione anche nelle popolazioni europee.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Oxford Population Health

Ti potrebbe interessare:

 

 94 Visualizzazioni

Lascia un commento