In questi Comuni toscani incentivi fino a 400 euro per chi adotta un cane

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

Incentivare le adozioni con un contributo economico fino a 400 euro per chi il migliore amico dell’uomo lo cercherà in canile. Questa la decisione presa dall’Unione Montana Comuni del Mugello per trovare casa ai cani randagi ospitati nelle strutture comunali.


L’iniziativa, volta a sensibilizzare la cittadinanza sul tema dell’adozione, prevede una quota stanziata dall’amministrazione del Mugello per i Comuni di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Firenzuola, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Scarperia e San Piero e Vicchio.

L’incentivo prevede un massimo di 400 euro in base al tempo trascorso dall’animale nel canile di riferimento e sarà così ripartito:

  • 400€ per l’adozione di un cane in custodia del canile da almeno tre anni
  • 300€ per l’adozione di un cane di almeno 1 anno di età in canile da almeno 180 giorni e fino a tre anni
  • 200€ per l’adozione di un cucciolo di età inferiore a 1 anno

I futuri adottanti potranno beneficiare del contributo per 3 anni. Ne potranno usufruire sia “privati, associazioni o istituti che dimostrino di avere i requisiti per poterli trattare con il rispetto che meritano”, si legge sulla comunicazione dell’Unione Montana Comuni del Mugello.

Il progetto è senza dubbio lodevole per favorire l’adozione dei cani che vagano nel territorio del Mugello e combattere, così facendo, il fenomeno del randagismo. Tuttavia chi desidera adottare un animale, lo fa senza attendere agevolazioni comunali.

Si spera, infatti, che l’iniziativa non dia il via a una serie di adozioni irresponsabili, incentivate unicamente dal compenso economico piuttosto che dalla reale volontà di accogliere nella propria dimora un animale abbandonato.

Fonte: MET

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

 100 Visualizzazioni

Lascia un commento