I due bellissimi templi buddisti sospesi tra le nuvole, alle porte del cielo

C’è un luogo disperso nel sud-ovest della Cina che solo a guardarlo fa venire i brividi. Non dalla paura ma dall’emozione. Un luogo magico dall’aura misteriosa, sospeso tra il verde della foresta e il bianco delle nuvole. È il Fanjingshan, o riserva naturale del monte Fanjing, nella provicina Guizhou, il più alto della catena montuosa Wuling, con i suoi 2.572 metri di altezza, dove vivono tutt’oggi moltissime specie di piante, alcune addirittura risalenti all’Era Terziaria, e animali, fra cui esemplari considerati a rischio.

View this post on Instagram

Would you travel a solid 48 hours one way just to see this mountainside temple in person? It took us a ridiculous amount of trains, buses, taxis and cable cars to get us here. But I don’t regret a single second of it.

A post shared by Kelsey Johnson (@heykelseyj) on Dec 3, 2019 at 8:10am PST

Non a caso nel 2018 è diventato Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, che l’ha classificato riserva della biosfera, unico ecosistema di foresta primaria che si è conservato quasi intatto a tale latitudine. Ma non è solo la bellezza naturale a contraddistinguerlo, perché il monte Fanjing è anche un luogo sacro.

I cinesi lo chiamano il bodhimaṇḍa (o “luogo di illuminazione“) del Maitreya Buddha, e su di esso sorgono numerosi templi antichi per pellegrini devoti, alcuni andati distrutti, altri ancora intatti. I primi costruiti in loco risalgono alla dinastia Tang, dal VII al X secolo.

View this post on Instagram

I’ll remember this moment forever. It took a painstaking 48 hours of travel to finally reach this unearthly location, only to see it emerge from the rolling clouds for a total of 60 seconds – but hey, 60 seconds is far better than zero. Would you make the trip?!

A post shared by JORD | TRAVEL PHOTOGRAPHY (@jordhammond) on Sep 20, 2019 at 8:49am PDT

View this post on Instagram

Fanjingshan, China. Red Clouds Golden Summit. 7664 feet up to the two temples. Beautiful and crazy high up! #temple #fanjingshan #china #redcloudsgoldensummit #7664feetup #breathtaking #beautiful #amazingfeatsofmankind

A post shared by Jason Koprin (@stymiez) on Aug 2, 2019 at 5:41am PDT

L’area più particolare di tutto il monte è la Nuova Cima dorata, “Red Clouds Golden Summit“, a 2336 metri sopra al livello del mare, che ospita sulla sommità il Tempio di Buddha e il Tempio Maitreya, collegati da un ponte di pietra.

View this post on Instagram

#fanjingshan #guizhou

A post shared by Lefty Qi (@leftysue_qi) on Nov 9, 2019 at 6:02pm PST

View this post on Instagram

梵净山 #buddhist #temple #dragonart #foggymorning #fanjingshan #china2019

A post shared by Patrick Edge (@edge.patrick) on Oct 24, 2019 at 2:04am PDT

I due templi si raggiungono attraverso una lunga scalinata composta da quasi 9000 scalini, un viaggio durissimo ma anche incredibile, ricompensato da un panorama mozzafiato, sospeso tra le nuvole. Si può proprio dire che siano due templi alle porte del cielo. Da vedere almeno una volta nella vita!

Ti potrebbe interessare anche:

L'articolo I due bellissimi templi buddisti sospesi tra le nuvole, alle porte del cielo proviene da GreenMe.it.

Greenme

Condividi
Loading...