Curry trascina Golden State, Boston piega Atlanta

Condividi

Tempo di Lettura: < 1 minuto Nella notte Nba vincono i Jazz di Fontecchio e i Magic di Banchero

Loading

Condividi
Tempo di Lettura: < 1 minuto

NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – E’ tornato Stephen Curry. Alla quarta partita dal rientro dopo l’infortunio al ginocchio sinistro, il fuoriclasse dei Warriors trascina Golden State al successo contro Milwaukee, leader a Est (ma tallonati sempre più da vicino da Boston che, con un Jayson Tatum in grande spolvero, dominano Atlanta) e privi per la terza gara consecutiva di Gianni Antetokounmpo. Con 22 punti tra il quarto quarto e il primo supplementare, Curry ha imposto la sua legge regalando ai campioni in carica la vittoria per 125-116. E’ la 35^ vittoria stagionale per Golden State, 6° nella Western Conference al momento dominata da Denver, e in scia ai Los Angeles Clippers (106-95 ai Knicks) e ai Phoenix Suns, sconfitti 119-28 a Sacramento nonostante i 28 punti di Devin Booker (Barnes ha chiuso a 19 punti, Monk e Fox a 18 e Sabonis a 17 per i Kings. Dietro, Dallas, battuta 112-118 a Memphis dai Grizzlies con Desmond Bane sugli scudi.
Nella notte Nba sorridono gli italiani. I Jazz di Simone Fontecchio, autore di 9 punti, vincono 119-111 a Charlotte e firmano il secondo successo consecutivo. Orlando si prende il derby della Florida con Miami dopo un supplementare anche grazie a Paolo Banchero, vicino alla tripla doppia visti i 17 punti conditi da 10 rimbalzi e 9 assist. Vittorie esterne per Indiana Pacers (121-115) a Detroit, Chicago Bulls (119-111) a Houston contro i Rockets e Oklahoma a New Orleans (110-96 il finale).

– foto agenziafotogramma.it –
(ITALPRESS).

Loading