Come diventare IT Project Manager

Condividi
Tempo di Lettura: 3 minuti

Come diventare IT Project Manager

Dal programmatore all’analista: sono numerose le figure professionali che operano ogni giorno all’interno del comparto dell’Information Technology, meglio noto anche con l’acronimo IT. Una di queste figure è il cosiddetto IT Project Manager. Di cosa si occupa? E quale percorso occorre intraprendere per svolgere una simile professione? Lo scopriremo in questo articolo. Vediamo allora come diventare IT Project Manager.


Cosa fa l’IT Project Manager

Pur non essendo ancora molto conosciuta, la figura del Project Manager è presente in molti settori aziendali. Il ruolo di un simile professionista, che può lavorare sia con Partita IVA sia da dipendente, consiste nell’occuparsi della gestione di un progetto in tutte le sue fasi. A evidenziarlo, d’altronde, è il suo stesso nome: “Project Manager”, espressione traducibile in italiano come “gestore del progetto”.

Applicata all’ambito dell’Information Technology, la figura del Project Manager si occupa di seguire nel dettaglio tutti i vari passaggi che riguardano un progetto IT: a partire dalla definizione del team di lavoro fino alla gestione dei costi. Il principale focus di un IT Project Manager è in tal senso quello di assicurare il raggiungimento di tutti gli obiettivi prefissati nel progetto IT nei tempi prestabiliti.

La formazione per diventare IT Project Manager:

L’’IT Project Manager possiede in genere una formazione universitaria di carattere scientifico. Solitamente per diventare IT Project Manager occorre aver frequentato una Facoltà come Ingegneria informatica o elettronica, Scienze e Tecnologie informatiche, Fisica o anche Matematica.

Il percorso formativo si accompagna inoltre con Master e corsi di specializzazione che permettono di acquisire specifiche certificazioni. Accanto alle conoscenze in ambito informatico, del resto, l’IT Project Manager deve possedere capacità gestionali e manageriali. Generalmente i corsi post Laurea prevedono il superamento di un esame, con cui si ottiene per l’appunto la certificazione di Project Manager.

Competenze di un IT Project Manager

Accanto alle approfondite conoscenze tecnico-informatiche, un IT Project Manager deve possedere tutta una serie di ulteriori competenze che si acquisiscono in parte con la formazione in parte lavorando sul campo.

Una capacità fondamentale è quella dell’organizzazione a cui si unisce un talento per la pianificazione. Altra abilità indispensabile che deve essere posseduta da un IT Project Manager è un ottimo livello comunicativo. L’IT Project Manager deve infatti essere capace di fornire a tutti i membri del suo team operativo i dettagli del progetto su cui si sta lavorando.

Nella sua prassi operativa l’IT Project Manager è costantemente in contatto con le diverse figure tecniche che compongono il suo gruppo di lavoro, in particolar modo con i programmatori e con l’analista. Nella realizzazione di progetti di particolare rilievo si coordina anche con il Key Account, che cura i rapporti con i grandi clienti.

Diventare IT Project Manager: altre caratteristiche

Altre caratteristiche che un IT Project Manager deve possibilmente possedere sono:

  • la capacità di gestire il tempo e le attività;
  • la capacità di saper svolgere tutti i ruoli associati al progetto, così a poter subentrare, se necessario, per garantirne la continuità;
  • la mentalità Problem Solving;
  • la capacità di lavorare sotto pressione;
  • la capacità di gestire diverse persone che partecipano a un progetto.

Importante per una simile figura professionale è anche la buona conoscenza dell’inglese che le permette di restare costantemente aggiornata ed, eventualmente, di sapersi  confrontare con colleghi o imprese operanti all’estero.

Quanto guadagna un IT Project Manager

Il ruolo dell’IT Project Manager e in generale del Project Manager è un ruolo di responsabilità. Lo stipendio di questa figura professionale è quindi abbastanza buono. Si stima che un IT Project Manager guadagni mediamente sui 47.000 euro l’anno, partendo da una cifra minima di 24.000 fino a un massimo di 75.000 euro. Lo stipendio varia anche in base all’esperienza maturata, come accade con molti altri lavori.

 48 Visualizzazioni

Lascia un commento