Chi ha avuto successo dopo X Factor?

Condividi
Tempo di Lettura: 3 minuti

Maneskin

I cantanti protagonisti a X Factor che hanno mantenuto il successo anche dopo il talent.

Se c’è una cosa che ormai venti e più anni di talent show ci hanno insegnato è che tanti artisti riescono a guadagnarsi i quindici minuti di celebrità di cui parlava Andy Warhol, ma ben pochi confermano quel successo in maniera stabile anche dopo il termine dell’avventura televisiva. Ad esempio, ricordi chi ha avuto successo dopo X Factor? Scopriamo insieme tutti i cantanti e i gruppi che, vincendo o anche non riuscendo a imporsi, sono riusciti a trasformarsi in artisti credibili anche dopo la fine del talent.


I vincitori di X Factor che hanno continuato ad avere successo

Sarebbe semplice immaginare che, una volta vinto un talent, il successo arrivi in automatico e che sia destinato a durare a lungo. La storia di X Factor ci insegna, invece, che sono molti di più gli artisti finiti nel dimenticatoio anche dopo la vittoria, rispetto a quelli che si sono mantenuti ad alti livelli.

Sofia Tornambene
Sofia Tornambene

Aram Quartet, Matteo Becucci, Nathalie, Giò Sada, Soul System, Lorenzo Licitra, Sofia Tornambene, Casadilego e anche l’ultimo vincitore, Baltimora. Di questi, chi per un motivo, chi per un altro, nessuno per il momento è riuscito a fare il definitivo salto di qualità e a imporsi nel mainstream come un nome credibile.

Una categoria, quella dei vincitori dimenticati (o quasi), che potrebbe presto accogliere anche artisti come Anastasio, rapper campano che, subito dopo il talent, ha provato a lanciarsi anche a Sanremo, ma che sta pian piano sparendo a sua volta dal mainstream, o come Lorenzo Fragola, che per qualche anno è stato un nome importante del nostro pop, salvo uscire dai radar negli ultimi anni. E la stessa Chiara Galiazzo, pur riuscendo ancora di tanto in tanto a far circolare il suo nome, è lontana dal clamore mediatico riscosso a inizio carriera.

Per scoprire chi ha avuto successo dopo X Factor, ma per davvero, almeno tra i vincitori bisogna ridurre il campo a tre nomi: Marco Mengoni, ancora oggi uno degli artisti di maggior talento del nostro pop; Francesca Michielin, che in questo momento non solo conduce il talent, ma rimane un’artista poliedrica e in grado di reinventarsi; Michele Bravi, protagonista a Sanremo e capace di rialzarsi anche dopo la grave caduta dell’incidente che lo ha coinvolto nel 2018.

Chi ha avuto successo senza vincere

Ma la storia del talent di Sky è formata anche da artisti che sono riusciti a ottenere qualcosa in più dei quindici minuti di celebrità anche senza raggiungere il successo. Alcuni di questi sono oggi quasi dimenticati, ma continuano a vantare una discreta fanbase, come Tony Maiello, Jessica Mazzoli, Le Donatella, Romina Falconi, Davide Shorty, Roshelle, Leo Gassmann, Blind, Cmqmartina o Nika Paris. Altri invece sono riusciti a diventare delle vere star, in grado anche di mettere in ombra i vincitori delle loro edizioni.

Gassmann
Leo Gassmann

A partire dalla primissima, quella vinta dagli Aram Quartet ma dominata da un’artista oggi tra le più amate in Italia, più volte protagonista a Sanremo e anche regina delle nostre estati: Giusy Ferreri. Storia simile per Noemi, altra cantante che non riuscì a conquistare la vittoria ma che oggi ha dimostrato di essere, alla lunga distanza, tra le migliori artiste mai venute fuori dal talent.

Rientra nella categoria dei fuoriclasse Mahmood, che a X Factor ebbe ben poca fortuna, ma che è riuscito a rifarsi con gli interessi dal 2018 in poi, vincendo Sanremo Giovani, Sanremo e poi ancora il Festival nel 2022, con tanto di ben due partecipazioni all’Eurovision che lo hanno trasformato da grande talento a star internazionale.

Non nella stessa categoria, ma comunque già affermata a livelli importanti in Italia, è invece Gaia Gozzi, passata dall’essere una pupilla di Fedez a diventare una delle più amate vincitrici di Amici di Maria De Filippi.

L’edizione più fortunata da questo punto di vista rimane però quella del 2017, vinta da Lorenzo Licitra. In quell’annata storica non solo infatti brillò Enrico Nigiotti, destinato a diventare di lì a poco, anche grazie ad Amici, uno dei cantautori più apprezzati nel nostro Paese, ma soprattutto vennero lanciati i Måneskin, la cui parabola rappresenta forse la favola più bella nella storia di un talent show in Italia.

Di seguito la loro prima audizione:

Notizie Musica

 78 Visualizzazioni

Lascia un commento