Chi era Vittorio De Scalzi, storico leader dei New Trolls

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

Strumenti musicali chitarra, tastiera, batteria

Vittorio De Scalzi: la biografia, la carriera, la vita privata e le curiosità sul fondatore dei New Trolls.

Vittorio De Scalzi è stato una colonna portante della storia del rock italiano. Nell’epopea immensa della nostra scena prog rock negli anni Settanta, i suoi New Trolls sono stati infatti una delle formazioni più importanti di quegli anni, specialmente con i primi, straordinari album. Andiamo a scoprire tutte le curiosità sulla carriera e la vita privata di questo grande artista.


Chi è Vittorio De Scalzi

Vittorio De Scalzi nacque a Genova il 4 novembre 1949 sotto il segno dello Scorpione. Appassionato di musica fin da giovane, fondò negli anni Sessanta il complesso de I Trolls insieme a Pino Scarpettini. Debuttò contemporaneamente come solista, pubblicando per l’etichetta ARC il disco Vietato ai maggiori di pochi anni.

Chitarra
Chitarra

Nel 1967, chiusa l’avventura della prima band, fondò i New Trolls, cambiando però lo stile musicale e concentrandosi sulla musica originale. Insieme al chitarrista Nico Di Palo, al batterista Gianni Belleno, al bassista Giorgio D’Adamo e al tastierista Mauro Chiarugi formò così un ensamble fenomenale.

Tra i loro album più famosi vanno ricordati il capolavoro Concerto grosso per i New Trolls (tra i massimi esempi di prog italiano), UT e Aldebaran. Di seguito un estratto da Concerto grosso:

Come leader dei New Trolls partecipò a sette Festival di Sanremo, proseguendo con alterne fortune nella sua carriera fino alla fine degli anni Novanta. Iniziò quini negli anni Duemila una serie di altri progetti, tra cui un album dal vivo con la riproposizione di Concerto grosso. Negli ultimi anni Vittorio De Scalzi si era dedicato soprattutto alla scrittura per altri artisti, come Mina e Ornella Vanoni.

La morte di Vittorio De Scalzi

Il grandissimo cantautore genovese ci ha lasciati, purtroppo, all’età di 72 anni, in una mattina di luglio, il 24. Dopo essere guarito dal Covid, è stato ricoverato per una fibrosi polmonare, e purtroppo non ce l’ha fatta. L’annuncio della sua scomparsa è stata data sulla sua pagina Facebook ufficiale dalla moglie e dai figli.

Vittorio De Scalzi: la discografia in studio da solista

2008 – Mandilli
2011 – Gli occhi del mondo
2018 – L’attesa
2018 – Due di noi (con Nico Di Palo)
2019 – Vento di terra, vento di mare (con Renanera)

La vita privata di Vittorio De Scalzi: moglie e figli

Uomo di spettacolo poco avvezzo a finire sulle riviste patinate, Vittorio è stato sposato con una donna di nome Mara. Dalla loro unione sono nati tre figli: Alberto, Amanda e Alice. Purtroppo alcuni anni fa la terzogenita è morta, giovanissima, a causa di una trombosi cerebrale.

Sai che…

– Nei primi anni di solista utilizzava il nome d’arte di Napoleone.

– Nel 1967 i New Trolls aprirono un concerto dei Rolling Stones.

– Per la scrittura dei brani del primo album dei New Trolls, Senza orario e senza bandiera, ha collaborato con Fabrizio De André.

– De Scalzi è stato autore di gran parte dei successi dei New Trolls, come Una miniera e Quella carezza della sera.

– Dagli anni Settanta si è impegnato in una ricerca della musica tradizionale genovese.

– Al contrario del grande amico De André, De Scalzi non era genoano ma tifava Sampdoria.

– Oltre che cantante, Vittorio è stato un polistrumentista. Tra le altre cose suona la chitarra, le tastiere, il flauto e l’armonica.

-Su Instagram aveva un account da oltre mille follower.

Di seguito Vittorio De Scalzi canta Quella carezza della sera:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/vittoriodescalzipage

Notizie Musica

 1,134 Visualizzazioni

Lascia un commento