Boston vince ancora e vola in testa, ok i Jazz di Fontecchio

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – Ricco programma nella notte Nba con ben 11 partite. A prendersi la scena è Boston che vince la nona gara consecutiva portandosi in testa alla classifica della Eastern Conference. La nona vittima dei Celtics è New Orleans che davanti al proprio pubblico si arrende allo strapotere dei nuovi primi della classe a Est. Finisce 117-109 con la doppia doppia da 27 punti e 10 rimbalzi di Jaylen Brown, ma è tutto il quintetto iniziale ad andare in doppia cifra con White che ne fa 26, Tatum 19 (per lui anche 10 assist), Horford 18 e Williams 12. Niente da fare per i Pelicans ko nonostante i 25 punti di Ingram, i 18 di McCollum, i 17 di Jones e i 16 (dalla panchina) di Nance Jr.
Boston si prende la vetta a Est anche in virtù del ko dei Bucks che perdono 110-102 sul parquet dei Philadelphia 76ers. E’ Joel Embiid a fare la differenza con i suoi 32 punti, 11 rimbalzi e 8 assist. Ne fa 24 Maxey, mentre a Milwaukee non bastano le doppie doppie di Antetokounmpo (25 punti e 14 rimbalzi) e Portis (21 punti e 11 rimbalzi).
Da Est a Ovest dove a comandare c’è Portland, ma subito dietro c’è Utah che torna al successo battendo battendo Phoenix in casa per 134-133. Gioca 10 minuti Simone Fontecchio che dà il suo contributo con 4 punti, 1 rimbalzo e una stoppata, ma il trascinatore dei Jazz è il finlandese Lauri Markkanen che mette a referto 38 punti, senza dimenticare i 27 dalla panchina di Beasley e i 20 di Clarkson. Il migliore in campo, però, porta la maglia dei Suns ed è Devin Booker che fa registrare al suo attivo una doppia doppia da ben 49 punti e 10 assist, aggiungendo anche 8 rimbalzi. Alla fine, però, vince Utah che interrompe la serie di tre sconfitte consecutive.
Nelle altre gare della notte vittorie per Washington (107-106 su Miami con 20 punti e 17 rimbalzi per Porzingis), Cleveland (132-122 sugli Hornets con i 41 punti di Garland), Orlando (ancora out Banchero nella vittoria per 108-107 sui Bulls, con Chicago ko nonostante i 41 punti di DeRozan), Indiana (99-91 sui Rockets), Memphis (121-110 contro i Thunder), Dallas (127-99 contro Denver con 33 punti, 12 rimbalzi e 11 assist per Doncic), Golden State (111-101 contro New York con 24 punti e 10 assist per Curry) e Lakers (128-121 contro Detroit con 38 punti e 16 rimbalzi per Davis).
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).


 14 Visualizzazioni