Bonus Psicologo nel Lazio: al via le domande dal 22 giugno, ecco chi può richiederlo

Condividi
Tempo di Lettura: 3 minuti

Già da alcuni mesi la Regione Lazio aveva annunciato lo stanziamento di fondi per finanziare un “Bonus Psicologo”. Ora si conoscono tutti i dettagli, dato che è stato pubblicato l’avviso e il relativo bando che spiega i requisiti che occorrono e come fare domanda per richiedere il contributo per le cure psicologiche. Leggi anche: Bonus Psicologo, il Lazio stanzia 2,5 mln di euro per l’accesso alle cure psicologiche o psichiatriche


Questo Bonus, a differenza di quello nazionale, non è dedicato a tutte le fasce d’età della popolazione ma solo a giovani. È stato infatti pensato per garantire a bambini e ragazzi un supporto di tipo psicologico dopo la pandemia che li ha duramente messi alla prova.

In questo caso, si richiede una comprovata fragilità psicologica, documentata da un medico o pediatra (di famiglia o privato).

Chi può richiederlo

Per richiedere il Bonus Psicologo offerto dalla Regione Lazio è necessario avere i seguenti requisiti:

  • Un’età compresa tra 6 e 21 anni (non bisogna aver compiuto 22 anni al momento della presentazione della domanda)
  • Essere cittadini italiani, di uno Stato membro dell’Ue o essere in possesso di permesso di soggiorno
  • Essere residente o domiciliato in uno dei Comuni della Regione Lazio
  • Essere iscritti ad uno dei percorsi del sistema di istruzione o formazione della Regione Lazio
  • I minorenni devono far parte di un nucleo familiare con attestazione Isee o Isee minorenni (in caso di genitori non conviventi) che non deve essere superiore ai 40.000 euro

Nel caso il soggetto destinatario del bonus sia un minore è necessario che il richiedente abbia i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Ue o regolare permesso di soggiorno CE
  • avere  residenza o domicilio in uno dei Comuni del Lazio
  • essere genitore o tutore legale – affidatario del minore per cui si richiede il contributo

A quanto ammonta il Bonus

Il bonus totale che si può richiedere arriva ad un massimo di 1000 euro da spendere presso uno degli psicologi accreditati che hanno aderito all’iniziativa.

Ogni singolo voucher è calcolato in 50 euro, il corrispettivo di un’ora di seduta di cui 45 sono per il costo della visita e 5 per la struttura (studio o altra struttura privata).

Il buono si può spendere per:

  • interventi di “primo livello di consultazione e diagnosi” costituiti da 4 colloqui di un’ora ciascuno
  • brevi interventi di “primo livello di abilitazione-riabilitazione e sostegno” costituiti da 8-16 colloqui di un’ora

Come richiedere il Bonus

Le domande si devono presentare on line accedendo alla piattaforma efamily (mentre scriviamo l’articolo ancora in fase di sviluppo). Qui si potrà:

  • registrare il richiedente
  • accedere alla sezione apposita
  • compilare la domanda in ogni sua parte
  • caricare i documenti da allegare

I documenti da allegare sono i seguenti:

  •  copia documento d’identità richiedente e destinatario
  • modello di richiesta di supporto psicologico (compilata e rilasciata dal medico di base o pediatra di libera scelta, timbrata e firmata dal professionista con indicazione del relativo codice regionale e in cui si richiede l’attivazione del percorso psicologico)
  • documentazione che comprovi l’iscrizione del destinatario del bonus ad uno dei percorsi del sistema di istruzione o formazione regionale
  • in caso di minori, tutta la documentazione attestante la genitorialità (o quanto comprovi il fatto che si è tutore legale o affidatario)
  • ISEE o ISEE minorenni (se i genitori non sono conviventi)
  • download della domanda e del riepilogo della documentazione allegata
  • caricamento della domanda e del riepilogo della documentazione allegata, firmate e scansionate in formato pdf o firmate digitalmente in formato p7m

Quando si possono presentare le domande

La presentazione delle domande non ha una scadenza ma va ad esaurimento fondi, quindi prima ci si muove meglio è.

Ma ci sono delle tempiste da rispettare e sono le seguenti:

  • per il 2022 si possono presentare le domande a partire dalle ore 9.00 del 22 giugno 2022
  • per il 2023 si possono presentare le domande dalle ore 9.00 del 15 maggio 2023
  • per il 2024 si possono presentare le domande dalle ore 9.00 del 15 febbraio 2024

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Regione Lazio

Leggi anche:

 158 Visualizzazioni

Lascia un commento