Bonus psicologo 2022 INPS, quando fare domanda Ancora nessuna traccia del portale che doveva essere online a maggio

Condividi
Tempo di Lettura: 3 minuti

Che fine ha fatto il Bonus psicologo? In Italia lo attendono in tanti, ma al momento non vi è ancora traccia del portale attraverso cui  presentare le domande per usufruire del voucher fino a 600 euro. In realtà la piattaforma dovrebbe essere messa a disposizione dei cittadini entro il mese di maggio, che sta ormai per volgere al termine. Scopriamo come funziona il bonus, a chi è destinato e come si potrà richiedere.


Leggi anche: In Campania, per la prima volta in Italia, ci sarà lo Psicologo di base

Bonus psicologo: cos’è e chi può usufruirne

Il Bonus psicologo è stato introdotto dal Governo Draghi per sostenere gli italiani che stanno affrontando problemi di natura psicologica a seguito dello scoppio della pandemia di Covid-19.

Come si legge nel testo del decreto, possono usufruire del beneficio “le persone in condizione di depressione, ansia, stress e fragilità psicologica, a causa dell’emergenza pandemica e della conseguente crisi socio-economica, che siano nella condizione di beneficiare di un percorso psicoterapeutico”.

Per ottenere il bonus che copre le spese delle sedute presso psicologi iscritti all’albo non sarà necessario presentare alcuna certificazione medica. Tuttavia il decreto prevede un limite di ISEE. Possono richiedere l’agevolazione, infatti, solo quei cittadini che hanno un ISEE che non supera i 50mila euro.

Ma com’è ripartito esattamente il bonus? Queste sono le varie fasce previste e le relative spese coperte per le sedute con gli psicologi:

  • ISEE inferiore a 15mila euro: bonus fino a 50 euro per ciascuna seduta (importo massimo di 600 euro per ogni beneficiario)
  • ISEE fra i 15mila e i 30mila euro: bonus fino a 50 euro per ogni seduta (importo massimo di 400 euro per ciascun beneficiario)
  • ISEE compreso fra i 30mila euro i 50mila euro: bonus fino a 50 euro per ogni seduta (importo massimo di 200 euro per ogni beneficiario)

Come si potrà inviare la domanda

La domanda per il Bonus psicologo dovrà essere effettuata online attraverso il portale dell’INPS.

L’identità del richiedente, in relazione ai dati del nome, del cognome e del codice fiscale, è accertata attraverso la Carta di Identità Elettronica (CIE), attraverso il sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale (SPID), oppure Carta Nazionale dei Servizi (CNS). – si chiarisce nel testo del decreto – È possibile richiedere il beneficio anche attraverso il contact center di INPS, secondo le modalità definite da INPS.

Come anticipato, però, al momento online non è stata lanciata nessuna piattaforma. Ma dovrebbe essere messa a disposizione nel giro di qualche giorno.

Si ricorda che l’assegnazione del bonus viene garantita in base all’ordine di arrivo delle domande e che avranno la priorità i cittadini con ISEE più bassi. Inoltre, i beneficiari potranno utilizzare l’agevolazione entro 180 giorni dalla data dell’accettazione della richiesta.

Come prenotare la seduta e dove trovare gli psicologi aderenti

Per scoprire la lista degli psicologi che aderiscono all’iniziativa bisogna accedere alla piattaforma che verrà messa a disposizione dell’INPS, attraverso la quale si potrà presentare la domanda. Inoltre, l’elenco dei professionisti aderenti sarà inserito sul sito del Consiglio Nazionale Ordine Psicologi (CNOP) e sui vari portali degli ordini delle Regioni e delle Province autonome.

Al momento dell’accettazione della domanda, l’INPS comunicherà a ciascun beneficiario un codice univoco da utilizzare per un periodo di 180 giorni, Una volta terminata la seduta, lo psicologo dovrà emettere la fattura intestata al beneficiario indicando il codice univoco attribuito e dovrà inserire sul portale INPS il codice, la data, il numero della fattura e l’importo corrispondente.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Ti consigliamo anche:

 140 Visualizzazioni

Lascia un commento