Bittner “Un Europeo che ci soddisfa a metà”

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

ROMA (ITALPRESS) – “Un Europeo che ci soddisfa, a metà”. Così il presidente della Federazione Italiana Pentathlon Moderno, Fabrizio Bittner, definisce la rassegna continentale terminata lo scorso lunedì a Szekesfehervar, in Ungheria. L’Italia del pentathlon moderno ha chiuso in bellezza con lo splendido argento nella staffetta mista conquistato da Alessandra Frezza (Aeronautica Militare) e Matteo Cicinelli (Carabinieri), al termine di una grande rimonta. Un Europeo al quale “abbiamo partecipato con una squadra allargata” evidenzia ancora Bittner e che segna “un ottimo risultato nel finale, con la staffetta mista composta da Cicinelli e Frezza ai quali vanno i miei complimenti per questo prezioso argento”. La rassegna continentale è iniziata con il quinto posto, nella staffetta maschile, di Daniele Colasanti (Fiamme Oro) e Gianluca Micozzi (Esercito), e il settimo di Ludovica Montecchia (Aeronautica Militare) e Irene Prampolini (Fiamme Oro), quest’ultima al rientro dopo otto mesi di stop per un infortunio, in quella femminile. Nelle gare individuali, invece, nono posto finale per Giorgio Malan (Fiamme Azzurre) dodicesimo per Alessandra Frezza e quindicesimo per Maria Beatrice Mercuri (Fiamme Oro). “Peccato per Alessandra Frezza nella gara individuale femminile, dove probabilmente ha pagato un pò l’emozione di partire tra le prime nella prova di laser run – prosegue ancora il numero uno della Fipm – Un pò più in difficoltà il settore maschile, soprattutto nella prova di scherma, anche se resta un buon risultato finale il nono posto di Giorgio Malan, che in un Europeo di qualifica olimpica sarebbe quasi valso la partecipazione a Parigi 2024. Consideriamo questo campionato – conclude Bittner – una tappa intermedia. Si doveva valutare il lavoro svolto in altura, durante il collegiale a Sestriere, e su quello tarare la programmazione per la stagione 2023, nella quale inizieranno le gare di qualificazione per le prossime Olimpiadi. Sono sicuro che il settore tecnico saprà prendere atto dei segnali prestativi per impostare la nuova stagione”. Proprio il direttore tecnico Andrea Valentini spiega: “Il bilancio di questo Campionato Europeo è contrastante. Da un lato abbiamo avuto conferma della crescita atletica e tecnica dei nostri ragazzi, dall’altro siamo delusi di non aver concretizzato abbastanza. Nonostante le assenze di Elena Micheli ed Alice Sotero abbiamo sfiorato la medaglia a squadre femminile e per un attimo abbiamo sognato anche quella individuale. Il solo argento nella staffetta mista ci sta un pò stretto. Abbiamo comunque raccolto molti dati da analizzare e molti spunti utili per lavorare”. Con gli Europei si è chiusa la stagione internazionale senior. I prossimi impegni per l’Italia del pentathlon moderno sono i Mondiali Junior in programma in Polonia, a Zielona Gora-Drzonkow, dal 30 settembre al 10 ottobre 2022, e i Campionati Europei U24 che si svolgeranno sempre in Polonia a metà novembre.
– Foto Italpress –
(ITALPRESS).


 80 Visualizzazioni