Assegno Unico, occhio alle truffe via SMS: quel messaggio non è dell’IPNS, è phishing

Condividi
Tempo di Lettura: < 1 minuti

Non dobbiamo cliccare né tantomeno fornire dati: quell’SMS dell’INPS è falso, i dati andranno a malintenzionati che se ne approprieranno per scopi illeciti. L’INPS avverte sui propri canali di non rispondere a questi messaggi e, anzi, di segnalare il tentativo di truffa.


L’Assegno Unico è una misura di sostegno economico stabilita dal governo e rivolta ai figli a carico dal settimo mese di gravidanza fino al ventunesimo anno di età. Ma l’INPS non chiede via SMS, né via mail, di fornire alcun dato. Né per questa né per altre erogazioni.

Leggi anche: Assegno Unico Universale: chi (e perché) il prossimo mese troverà il doppio dell’importo

Lo SMishing è una forma di phishing, quindi una frode informatica, che invece di utilizzare email utilizza SMS. Il meccanismo è analogo a quello del phishing: malintenzionati provano a rubare dati sensibili attraverso l’invio di SMS che fingono di provenire dall’Istituto – si legge sul sito dell’IPNS – Sono stati segnalati all’Istituto sms provenienti da un falso mittente INPS in cui l’utente viene invitato a cliccare su un link per aggiornare i propri dati, anagrafici o bancari, per ricevere il pagamento di una prestazione generica o specifica (tra i tentativi di truffa si può vedere un riferimento all’Assegno Unico)

Occhio!

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: INPS / INPS/Twitter

Leggi anche:

 146 Visualizzazioni

Lascia un commento