Aeroporto di Catania, Via libera al riconoscimento facciale per Linate

Condividi
Tempo di Lettura: 2 minuti

CATANIA (ITALPRESS) – Parte il riconoscimento facciale per check in e imbarco dei voli Ita da Catania a Linate: Fontanarossa è il terzo scalo in Italia, dopo Roma e Milano, a sperimentare la tecnologia che consente di velocizzare in modo significativo le procedure di identificazione e ingresso in aereo per i passeggeri consentendo il rispetto delle norme igienico-sanitarie, dato che non sarà più necessario esibire e toccare alcun documento. “L’aeroporto di Catania diventa ancora più tecnologico e all’avanguardia – ha spiegato in conferenza stampa l’Ad della Sac Nico Torrisi – grazie ad una virtuosa collaborazione con Ita Airways, è già attivo il sofisticato sistema di riconoscimento biometrico del volto, che vale sia per l’ingresso allo scalo e superamento del controlli di sicurezza che per il boarding”. Basterà registrarsi per la prima volta, in un apposito corner posizionato vicino al varco vip di Ita, scaricare un’app che permetterà per i prossimi tre mesi in automatico la verifica dell’identità del viaggiatore con l’apertura dei tornelli, mostrando il viso. “Sarà un periodo di prova – ha aggiunto Antonio Palumbo, responsabile sistemi informatici Sac – ma l’intento è estendere questo innovativo servizio a più vettori e più destinazioni, dunque ad un numero di passeggeri più alto possibile”.Si velocizza anche il fotovoltaico: “Stiamo completando la copertura del parcheggio p4 con pannelli fotovoltaici – ha spiegato Giancarlo Guerrera, ingegnere accountable manager Sac- ma passerà circa un anno per renderlo operativo tra autorizzazioni, allacci, ecc con un recupero di energia di 3 giga watt utile per l’abbattimento totale del costo mensile”. Intanto a luglio l’aumento dei costi della luce si è abbattuto anche sullo scalo catanese che ha ricevuto una bolletta da 1 milione di euro rispetto alla media di 300mila, dunque una spesa triplicata. “Per questa ragione il nostro obiettivo è riempire tutti gli spazi possibili di fotovoltaico per renderci totalmente autonomi in futuro – ha continuato Guerrera – a questo si aggiunge il progetto relativo all’idrogeno già previsto da tempo”. Intanto la crescita di Fontanarossa è evidente: i numeri forniti da Aci Europe parlano chiaro, si tratta del secondo aeroporto d’Europa in crescita (per tipologia d aeroporto fascia da 10/25 milioni) con un tasso di incremento del 2%. Al 31 agosto 2022 rispetto all’anno precedente i passeggeri sono passati da oltre 3milioni a oltre 6, dunque grande ripresa dopo il periodo pandemico e si spera di arrivare entro la fine dell’anno a 10 milioni. Torrisi ha poi accennato ad altri progetti pronti tra cui il raddoppio del parcheggio p2, la riqualificazione di via Fontanarossa, altre progettualità che fanno parte del Masterplan, la ristrutturazione dei servizi igienici. Infine l’invito ai passeggeri ad un maggiore senso di civiltà ricordando che non serve parcheggiare in doppia fila o sui marciapiedi dato che 15 minuti di sosta sono gratuiti nelle apposite aeree.(ITALPRESS).


Photo credits: xd9

 174 Visualizzazioni