A Vittoria vandalizzata una scuola per la settima volta, Azzolina: “Atto indegno”

azzolina_scuola vandalizzata

La ministra: "Cercano di intimidire, ma non ce la faranno mai” Share on facebook Share on twitter Share on whatsapp Share on email Share on print

ROMA – “E’ un atto vergognoso e deprecabile quanto accaduto nella mia scuola. Ho ricevuto la telefonata della ministra Lucia Azzolina, è stato commovente ricevere le sue parole di conforto e la solidarietà del governo. Come ha detto lei stessa:‘chi offende la scuola, offende lo Stato’. Non c’è distanza tra il ministero dell’Istruzione e le istituzioni e questo mi dà forza”. Così a Diregiovani, Daniela Mercante, dirigente scolastica dell’istituto comprensivo ‘Portella della Ginestra’ di Vittoria (Ragusa) all’indomani dall’atto vandalico perpetrato da ignoti ai danni di alcune aule della scuola. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine e gli operai del comune hanno già provveduto per le riparazioni urgenti. “E’ stata immediata anche la solidarietà di Giovanna Boda, capo dipartimento dell’Istruzione- ha specificato la preside siciliana- le istituzioni, il quartiere stesso in cui si trova la scuola, hanno mostrato vicinanza a quello che abbiamo subito”. “Mentre con il personale non docente- ha proseguito- eravamo impegnati a tappezzare di immagini di Falcone e Borsellino la zona del nostro istituto, c’era chi, in pieno giorno, dava fuoco ad una delle finestre dell’auditorium, sfondava una porta del laboratorio linguistico e rubava un notebook”.

Un gesto vandalico che in questo periodo di emergenza sanitaria causata dal Covid-19 pesa di più per la dirigente siciliana: “Per garantire la continuità scolastica e permettere ai nostri ragazzi di seguire regolarmente le lezioni da casa, abbiamo consegnato 250 tablet in comodato d’uso con l’accesso ad internet e tutti gli strumenti musicali che avevamo a disposizione”. Tuttavia la scuola non cede allo sconforto ed oggi partecipa alla giornata della legalità, aderendo alla manifestazione ‘Palermo chiama Italia’ con i lavori e le produzioni multimediali realizzati dai suoi alunni. “Anche se la scuola è un luogo aperto e non si tocca perché appartiene a tutti,- ha concluso Daniela Mercante- per mettere in sicurezza l’istituto, verrà installato nei prossimi giorni l’impianto di videosorveglianza con i fondi del dipartimento di Pubblica Sicurezza”.

AZZOLINA: “VOGLIONO INTIMIDIRE LA SCUOLA MA NON CE LA FARANNO MAI”

“Quanto accaduto a Vittoria, all’Istituto Portella della Ginestra, è un atto indegno. Cercano di intimidire la scuola, ma non ce la faranno mai”. Così la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, in merito all’episodio avvenuto oggi: mentre la dirigente scolastica e i docenti stavano tappezzando il quartiere di immagini di Falcone e Borsellino, alcuni ignoti hanno fatto irruzione, in pieno giorno, nei locali dell’istituto, danneggiando alcune porte, l’auditorium e il laboratorio linguistico. “Ho sentito la dirigente Daniela Mercante, le ho detto che siamo al suo fianco, che siamo con lei, con gli insegnanti, con gli studenti. Hanno cercato di macchiare questa ricorrenza, le celebrazioni in ricordo di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Ma la scuola è più forte e non ha paura. È la settima volta che questo istituto viene preso di mira. Ma si è sempre rialzato e succederà ancora, con il nostro supporto. Come Ministero abbiamo istituito un fondo per le emergenze che ci consente di intervenire in casi come questi. Lo abbiamo già fatto per episodi simili avvenuti a Palermo e Napoli. Lo Stato c’è e si fa sentire. Al fianco della scuola”, chiude Azzolina.

Share on facebook Share on twitter Share on whatsapp Share on email Share on print

Leggi anche:

bernaudo

Giustizia, Liberisti italiani: “Ora serve riforma, ecco i nostri punti fermi”

porretta_festival

VIDEO| Porretta Soul Festival: “Non possiamo snaturarci, ci vediamo a luglio 2021”

tokyo

Coronavirus, Tokyo a un passo dalla revoca totale dello stato di emergenza

coronavirus_roma_monopattini

Covid, a Roma 17mila controlli: una sessantina le irregolarità

Le prime pagine dei quotidiani di Lunedì 25 Maggio 2020

coronavirus

Coronavirus, sono 531 i nuovi casi. 50 le vittime, ma mancano i decessi in Lombardia

L'articolo A Vittoria vandalizzata una scuola per la settima volta, Azzolina: “Atto indegno” proviene da dire.it.

 66 Visualizzazioni

Condividi