A Kiev il 2 giugno il Festival della Canzone Cristiana

Condividi

Tempo di Lettura: 3 minuti ROMA (ITALPRESS) – Si terrà a Kiev il 2 giugno, alle ore 17, nel rifugio dell’Hotel Intercontinental, in occasione della Festa della Repubblica Italiana, alla presenza delle Istituzioni ucraine e dell’Ambasciatore d’Italia a Kiev Pier Francesco Zazo, il Festival della Canzone Cristiana – Hope Cristian Music Festival Festival Kiev 2023 https://www.sanremofestivaldellacanzonecristiana.it -, il cui Direttore […]

Loading

Condividi
Tempo di Lettura: 3 minuti

ROMA (ITALPRESS) – Si terrà a Kiev il 2 giugno, alle ore 17, nel rifugio dell’Hotel Intercontinental, in occasione della Festa della Repubblica Italiana, alla presenza delle Istituzioni ucraine e dell’Ambasciatore d’Italia a Kiev Pier Francesco Zazo, il Festival della Canzone Cristiana – Hope Cristian Music Festival Festival Kiev 2023 https://www.sanremofestivaldellacanzonecristiana.it -, il cui Direttore artistico è il cantautore Fabrizio Venturi, che per l’occasione si esibirà dal vivo.
A partire dalla capitale ucraina avrà inizio il suo tour europeo.
Fabrizio Venturi sarà accompagnato dal giornalista Biagio Maimone, Direttore della Comunicazione del Sanremo Cristian Music Festival e dallo Staff della Segreteria.
Ad organizzare la manifestazione musicale è il Console Onorario d’Ucraina Marco Toson, il quale è Presidente della Fondazione Hope Ukraine Ets e Presidente della Camera di Commercio Ucraina, che, grazie al suo impeccabile lavoro diplomatico, ha prodotto i documenti necessari alla realizzazione di questa importante missione musicale cristiana per la Pace in Ucraina.
Salirà sul palco anche la cantante non vedente Federica Paradiso, vincitrice a Sanremo del Premio della Stampa della seconda edizione del Festival della Canzone Cristiana, che si è tenuta lo scorso febbraio, in concomitanza con il Festival di Sanremo.
Saranno presenti, in qualità di partner della missione italiana, il Festival del Cinema “Marateale”, con il Direttore Nicola Timpone, la “Stardust Lab”, l’Academy del Cinema del Gruppo Stardust, con Alan Tonetti, e l’Associazione San Babila.
Successivamente alle esibizioni canore, il gruppo del Festival della Canzone Cristiana, guidata da Fabrizio Venturi e da Marco Toson, terrà un meeting con il governatore di Kiev e farà una visita guidata nella capitale che gli consentirà di osservare direttamente la situazione e lo stato in cui versa la città.
Il giorno successivo, 3 giugno, l’Organizzazione del Festival della Canzone Cristiana incontrerà alcuni Sindaci ucraini e, insieme, visiteranno l’Ospedale Pediatrico Nazionale Ohmatdyt, presente il Presidente Volodymyr.
Il Festival della Canzone Cristiana, il 4 giugno, giorno del rientro in Italia, farà tappa ad Irpin, in cui incontrerà il Sindaco.
La scelta di organizzare, il 2 giugno, il Festival a Kiev è di Fabrizio Venturi, il quale ritiene doveroso che, nel giorno in cui in Italia ricorre la Festa della Repubblica, il popolo ucraino sia omaggiato direttamente con un autentico messaggio di pace e di speranza, veicolato dalla musica cristiana.
“Saremo in Ucraina, il 2 Giugno, con il Festival della Canzone Cristiana – Hope Cristian Music Festival e sarà proprio da Kiev, la capitale, che avrà inizio il mio tour europeo. ‘Chi canta prega due voltè ha scritto Sant’Agostino. Non sarà solo musica, ma una tre giorni intensa, in cui avrò modo di vedere cosa è accaduto a Kiev, al popolo innocente, lo stato in cui esso versa e di incontrare, come da documento ricevuto dalla Segreteria della Fondazione Hope Ukraine, il Presidente Volodymyr in occasione della visita all’Ospedale Pediatrico, a cui porteremo la nostra testimonianza cristiana di fede e di speranza.
Gli consegnerò il mio cd ‘Caro Padrè, una canzone che è un inno alla fede, una preghiera cantata”, ha dichiarato Fabrizio Venturi.
“Noi cristiani, difatti, riponiamo immensa fiducia nel potere della preghiera, che dovrà penetrare fervidamente nel cuore di chi deve fermare la guerra per dar vita alla Pace – ha aggiunto -. E’ questo l’intento della nostra missione musicale cristiana a Kiev del 2 giugno prossimo, giorno in cui, in Italia, ricorre la Festa della Repubblica. Vi è l’intento non solo di attestare la vicinanza del popolo italiano al popolo ucraino martoriato dalla guerra, ma anche quello di offrire un contributo, con il nostro Festival, affinchè si arresti definitivamente il genocidio di infinite persone innocenti, appratenti all’una e all’altra sponda. Un pensiero e una preghiera va alle vittime che muoiono negli scontri, siano essi soldati russi e siano essi soldati ucraini. Russi e ucraini innocenti muoiono a causa della guerra.
La guerra – non vi è dubbio alcuno – semina morte per tutti.
Destinatari principali della nostra missione saranno le donne e bambini, i quali sono spettatori e vittime inermi di una tragedia, a cui è necessario e doveroso porre fine”.
“La Speranza, come è rimarcato dal titolo del Festival, guida la visione cristiana della vita ed è la Speranza che costituisce la forza che ci guida nell’intraprendere la nostra missione a favore della Pace – ha aggiunto Venturi -. Non vi è Speranza che sia tradita per noi cristiani e, certamente, non sarà tradita la Speranza di veicolare un messaggio che possa essere concretamente realizzato. Saliranno sul palco artisti italiani e artisti ucraini, i quali inneggeranno alla Pace, con voce alta e fede profonda, a tal punto da catturare, con il loro messaggio di amore, il cuore di Putin. Al Presidente Zelensky porteremo le armi della Fede e dell’Amore di Dio, le uniche armi in nostro possesso. Sotto le bombe canteremo la lode a Dio e il desiderio della Pace si diffonderà non solo in Ucraina, ma anche nel cuore dei suoi avversari”.

– foto ufficio stampa Festival della Canzone Cristiana –

(ITALPRESS).

Loading

Lascia un commento