50 “buongiornissimo kaffè” per stomaci forti, perché ci gira così

Se dovessimo elencare gli stilemi fondativi dei buongiornissimo kaffè per spiegare a un alieno appena atterrato sulla terra quelle grafiche kitsch che popolano le gallerie fotografiche dei boomer italiani, dovremmo certamente partire dalle foto: tazzine di caffè (beh, ovviamente), oggetti e glitter rigorosamente di qualità scadente, fiori – tantissimi fiori – animali e bambini, accompagnati dal classico e motivazionale “buongiorno caffè” – da cui il nome entrato nella internet culture.

Ma le immagini sono nulla di fronte alla varietà dei messaggi propinati da queste card, la cui estetica è affine a quelle cartoline vintage che ancora oggi popolano le edicole di molte località della riviera: si passa dal semplice “buongiorno”, ai messaggi customizzati per ciascun giorno della settimana (buon lunedì, buon martedì, e via discorrendo), da citazioni e frasi motivazionali, spesso in modalità passivo-aggressiva e che non lesina sugli anacoluti (“le persone sarebbero meglio se la mattina ricevessero un bacio”), fino alle banalità retoriche più semplici o ai messaggi legati all’attualità (notevole, per rimanere a questi giorni, è il filone religioso contro pandemie, guerre e tragedie).

Un mondo ricco, ma che diciamo traboccante di contenuti, propinati quotidianamente da pagine Facebook che affondano le proprie radici nella notte dei social, e che ogni giorno diffondono nell’etere messaggi pronti a iniettare di banalità le conversazione di madri e zie, fino ad arrivare nelle nostre mani.

Siamo certi di non essere gli unici a provare una passione malsana per questo mondo brutto, talmente brutto da fare il giro e diventare simpatico: e allora eccoci, siamo qui per proporvene uno spaccato fedele nella nostra gallery. Prego, non c’è di che.

The post 50 “buongiornissimo kaffè” per stomaci forti, perché ci gira così appeared first on Wired.

Da Wired

 249 Visualizzazioni

Condividi